Festa della donna, sabato ad Abbiategrasso i Giovani Padani distribuiscono spray antiaggressione alle donne

    46

    L’iniziativa- sicuramente originale- dalle 14 in corso Italia. Grittini: ‘Un modo diverso, ma concreto e per noi efficace, di festeggiare l’8 marzo’

     

    ABBIATEGRASSO – Tutte le donne nascono principesse, poi la vita le addestra guerriere.  All’insegna di questo efficace slogan, il Movimento Giovani Padani lancia una simpatica e curiosa iniziativa politica nei giorni in cui si festeggiano le donne: sabato 11 marzo, dalle 14, i giovani leghisti distribuiranno in corso Italia lo spray antiaggressione al peperoncino a tutte le donne c le ragazze che si presenteranno.

    “Abbiamo scelto di celebrare l’8 marzo e la donna fuori dalla solita retorica che ammanta questa ricorrenza”, spiega Riccardo Grittini, coordinatore Mgp del Ticino,e sinceramente ci sembra un modo più concreto per festeggiare e dare un senso concreto alla data. Desidero ringraziare in modo particolare le nostre ragazze, che nell’ambito di MGP hanno fortemente voluto l’evento e lavorato perché si facesse. Sono una presenza molto importante,  e sempre molto dinamica”.

    All’interno del contenitore di spray al peperoncino è presente una bombolina contenente il principio attivo, con una valvola a pressione in grado di erogare fino a 10 getti o un unico getto continuo. La lunghezza del getto è di circa 2 m.  Qualsiasi uso del dispositivo che non sia per LEGITTIMA DIFESA è punibile dalle leggi vigenti.  Detto questo, la vendita dello spray antiaggressione DIVA® e la sua detenzione sono legali ormai da tempi (Autorizzazione Ministeriale N. 559/PAS-50.0130/Q/09 del 04.06.2010).
    Il decreto, in vigore da Gennaio 2012, sancisce la libera vendita e porto dei dispositivi di autodifesa a base di OC (oleoresin capsicum). Il regolamento però dichiara che questi spray devono avere determinate caratteristiche e rispettare rigorosamente alcuni principi e caratteristiche tecniche.  La NON conformità e l’eventuale uso è punibile dalla legge, e il reato contestato è possesso di ARMA impropria.
    Aspettiamo insomma, non senza una certa curiosità, di vedere quante persone si recheranno sabato al banchetto di MGP.
    Articolo precedenteLa velostazione FNM di Castano Primo sarà intitolata a Giuseppe Marzullo
    Articolo successivoAbbiategrasso, 5 Stelle a dibattito sullo sviluppo del territorio