Febbre del Nilo, Avis Legnano rassicura: ‘Il sangue è sicuro’

    77

     

    LEGNANO . A seguito delle preoccupazioni che si sono diffuse per il primo caso di infezione dal virus West Nile segnalato a Legnano, la sezione locale dell’Avis rassicura in merito alla sicurezza delle sacche di sangue donato.

    «Riconfermiamo la massima sicurezza garantita dalle nostre procedure di controllo – dichiara il direttore sanitario di Avis Legnano Salvatore Esposito –. Dal momento che in questo periodo la provincia di Milano è fra quelle interessate dalla presenza del West Nile Virus, su tutte le sacche di sangue donato vengono effettuati gli opportuni controlli. E, prima che il virus facesse la sua comparsa nella nostra provincia, erano sottoposti ai controlli anche tutti i donatori che avevano soggiornato in altre zone a rischio».

    Con l’occasione Avis Legnano ricorda che le analisi effettuate sono una garanzia non solo per chi riceve il sangue donato, ma anche per i donatori: «Chi decide di diventare donatore Avis – prosegue il direttore sanitario –, oltre a fare un gesto di grande valore civile ed etico, ha anche la garanzia di essere sottoposto a periodici controlli per la propria salute. Rinnovo quindi a tutti i cittadini l’invito a donare il sangue, gesto importantissimo per la nostra comunità».

    Articolo precedenteAbbiategrasso, 50 anni dopo Iniziativa Donna celebra il 1968
    Articolo successivoMagenta, sarà Franco Bertarelli il primo ‘caso’ autunnale?