‘Fate una spesa responsabile.. e non fate figli’. Scivolone clamoroso della giunta (Pd) di Cremona

    52

     

     

    CREMONA  Guardate qui, incredibile! Il comune di Cremona (giunta di sinistra) patrocina un opuscolo in cui è scritto che “ ”. Voi non ce la fate proprio…

    AGGIORNAMENTO: grazie al polverone sollevato dai nostri esponenti cremonesi, il sindaco Pd ha annunciato che questa schifezza verrà ritirata!

    Fare la spesa responsabilmente o fare i figli?

    La denuncia dell’eurodeputato di Fratelli d’Italia Carlo Fidanza e di FDI Cremona ha sortito fortunatamente i risultati atteso: è stata ritirata la comunicazione diffusa dalla giunta (Pd e centrosinistra) in cui, testualmente, si invitava a fare una spesa responsabile usando meno carne rossa, no auto, no aereo.. e nessun figlio.

    Di seguito il comunicato di FDI Cremona.

     

    A firma dell’assessore alle politiche sociali Rosita Viola e dell’assessore alla mobilità Sostenibile Simona Pasquali , è in distribuzione presso Spazio Comune un opuscolo dove vengono dati ai cittadini dei consigli su come rendere la nostra spesa quotidiana un atto civico, etico, equo e trasparente. Tra le varie voci viene dato a pagina 15 un elenco di “azioni individuali più efficaci per mitigare i cambiamenti climatici determinanti ed efficaci per migliorare i cambiamenti climatici’” spicca al secondo posto con nostro raccapriccio il consiglio gravissimo di ” “ . È possibile che un Assessore alle Politiche Sociali e della Famiglia consigli ai cittadini di evitare di creare delle famiglie numerose che altrimenti sarebbero responsabili dei cambiamenti climatici? 


    Il sindaco è al corrente della linea politica dei suoi assessori e se sì li avvalla?
    Siamo certi che nei prossimi giorni ci saranno delle occasioni per chiarire le diverse posizioni in merito alla gravissima faccenda.

    Articolo precedenteAbbiategrasso, tutti in piedi: Carlo Vichi ha compiuto 97 anni
    Articolo successivoSanità/1: da Israele a Pavia, l’intelligenza artificiale arriva negli ospedali