Farmacie, Ballarini: “Gioco di squadra con Corbetta? Perchè no”

    102
    MAGENTA – La volontà non è certo quella di mettere in atto una stupida, ancorché inutile, rivalità tra le due Amministrazioni locali. L’articolo pubblicato stamani in anteprima da Ticino Notizie riguardante lo studio avviato dall’Amministrazione Calati per la riorganizzazione delle farmacie comunali, affidato alla Società Delfino di Genova, ha innescato e continua a suscitare tutt’ora un’interessante dibattito. Che ha visto tra i suoi protagonisti e interlocutori principali il Sindaco di Corbetta Marco Ballarini che ha così commentato: La Delfino è una società di consulenza per gli entri locali tra le più valide. Se tra le ipotesi di riorganizzazione ci fosse un’aggregazione o una cogestione, sono certo che la Farmacia Comunale Corbetta sarebbe interessata a valutare le ipotesi, con l’intento di offrire sempre più servizi ai cittadini”.
    Immediatamente gli ha fatto eco il collega magentino Luca Aloi, assessore delegato della Giunta Calati, che si sta dando un gran daffare per rilanciare questo settore: “Per il bene dei cittadini e di un servizio sempre migliore prima di tutto bisogna valutare le reali potenzialità e il contesto in cui ci si trova. Non mancheranno le occasioni di confronto che credo possano solo fare il bene di uno dei servizi cardine ancora presenti nelle nostre comunità locali e che non sempre viene adeguatamente riconosciuto”.
    Insomma, ci sono tutti le basi per confronto dialettico serio e costruttivo che vada nell’interesse dei cittadini del Magentino. Perché se è pur vero che le Farmacie comunali rappresentano una posta importante nei bilanci delle municipalità è altrettanto vero che si tratta di un servizio troppo importante e riguardante un ambito territoriale sempre più vasto. Senza contare che il tema delle Farmacie è in costante evoluzione, così come prevede anche la riforma lombarda della Sanità che parla di “Farmacie di Servizi” tese a diventare dei presidi sempre più preziosi per la Sanità pubblica a livello locale. Nei prossimi giorni Ticino Notizie, svilupperà più a fondo il tema sentendo direttamente i nostri due interlocutori istituzionali.
    F.V.
    Articolo precedenteMagenta: conto alla rovescia per San Rocco
    Articolo successivoLombardia, Gallera: “476 posti in più per disabilità e soggetti fragili”