Essere o non essere sul sofà…o poter essere …o non poter essere Frankestein! A cura del Duca di Saronno, Massimo Moletti

223

Essere o non essere sul sofà…o poter essere …o non poter essere Frankestein…
Lupo ululì castello ululà recita un verso di uno dei film più cult della storia del cinema …Frankestein junior …molti di noi ricordano le battute a memoria …

Il capolavoro del 1974 volutamente fatto in bianco nero mette in risalto il dubbio amletico se essere o non essere un membro di quella pazza famiglia …

 

 


Il principe di Danimarca magari si masturbava pensando ad Ofelia e a tutte le sue grazie che lui forse aveva paura ad affrontare … In tutta questa tragedia del drammaturgo inglese più famoso e importante solo un uomo mette in crisi i discorsi da moderno complottista o no vax …
Shakespeare lo mette di fronte al becchino oltraggioso e becero con rutto e scoreggia incorporato lo fa sentire inadatto …
L’ambiente può fare molto e la società può tutto ma uno stornello romano recita: “beata l’ignoranza si sta bene de core de testa e de panza”..

L’ignoranza un tempo nascosta e curata come una gran piaga sociale dove la gente cercava di istruirsi anche con collane di libri rosa o con le notizie piccole dei settimanali ma cercava di crescere …
La gente aveva vergogna del suo non sapere e cercava persone dotte per affrontare le problematiche …
Molto spesso questi personaggi colti si atteggiavano ad Azzeccagarbugli o a Don Ferrante e non ti accatastavano le costruzioni con multe future a tuo carico …
Posso essere io in grado di fare una cosa così grande …non esiste più questa domanda …
Oggi il Principe del regno scandinavo avrebbe detto in punto di morte ad Orazio scrivi e cambia il mio monologo …
Posso essere o non posso essere tale o in grado …questo sarebbe oggi il dubbio per non creare un moderno mostro senza connessione con la realtà..
La farmacia del mio paese ha messo un distributore per prodotti  da banco ma soprattutto per la sicurezza sessuale del rapporto con profilassi e lubrificanti …molto spesso l’utilizzatore finale ha ancora vergogna e remore nell’acquistare prodotti di normale uso comune …
Un vecchio che purtroppo ha ricoperto pure la carica di consigliere comunale ( cosa consigliava non lo capisco) mi chiede volgarmente cosa venda quell’attrezzo strano io gli rispondo con temi scientifici e tecnici lui mi chiede con termini paesani beceri se vendono quello che io ho detto con termini italiani …
Alla mia spiegazione non si vergogna e rincara la dosa beandosene della sua completa non conoscenza e si pavoneggia …
Oggi l’uomo non si chiede più se è o non è ma si auto assolve e gratifica con sono di più di quel che sono o appaio …
Una malattia che ha contagiato pure vi nostri pseudo governanti politici commissariati …creare casino per creare il dubbio per poi dare semplici certezze …
Sarà dura fare fuori Mario Commissario ma i nostri politici scarsi non hanno più il coraggio di dire sono o non sono o loro sbagliano …
Ma il tema è che un politico serio dovrebbe dire possono o non possono …
Possono essere non vaccinati ???possono non essere condannati??possono essere fascisti???non possono essere comunisti rispondono !!!
I capi dell’assalto alla CGIL dichiarano …volevo solo vedere la sede !!!o portare un regalo o fare la fotocopia …o chiedere posso prendere una penna ..posso andare al bagno???sa 5 ore di corteo non la tengo più io la sfascio li …
In un paese che sembra sempre più una farsa da “Miseria e nobiltà” senza avere attori di quel livello ma solo veleno …
Perché come cantava Alice Cooper alla fine degli anni ’80 il veleno ti scorre tra le vene …ma di veleno morirai..!!!
Un Paese che sta ricominciando a riprendersi a mettere la competenza al centro e riformare questo paese per render lo anche un pelino meritocratico …
Ma c’e’ uno zoccolo duro provinciale e conservatore dei privilegi e caste e corporazioni che prima ha usato pandemia per rafforzarsi oggi usa il no vax per sopravvivere …
Plasmato da rozzi stampi e deforme monco, privo della minima attrattiva ….mi perdoni il Bardo Britannico per avere citato i suoi versi del Riccardo III ma oggi quel personaggio ha molti cloni e molti fans …
Un paese che vive nell’invidia come il protagonista dell’opera teatrale …dove lui invidia a morte il fratello definito come il sole che regna con successo immenso ….
In chiusura dico a tutti i fans dell’ignoranza e dell’incompetenza che scelgono Riccardo III …un politico che voleva dare il suo regno per un cavallo …pardon un posto in parlamento…..
La politica è stata inflazionata di gente che non sa fare nulla …..meditate gente meditate …chissà perché finisco sempre con i ritornelli degli spot anni ’80.

Massimo Moletti, Duca di Saronno

 

Articolo precedenteA scuola di educazione ambientale con il Parco del Roccolo
Articolo successivoVaccini, Pregliasco: per la terza dose a tutti valuteremo dopo l’inverno