ESCLUSIVO La Milano-Torino di ciclismo partirà da Magenta? Se sì, gran colpo di Chiara Calati

    116

     

     

    MAGENTA – Mancano ancora alcuni dettagli per l’ufficialità (che dovrebbe arrivare con una conferenza stampa nei prossimi giorni), ma è pressoché certo che l’edizione 2018 della Milano Torino di ciclismo partirà da Magenta.

    Se succederà davvero, sarà indubbiamente un gran colpo per l’Amministrazione di Chiara Calati: la Milano-Torino è infatti la ‘classica’ più antica del panorama mondiale, prima edizione disputata nel 1876 con la vittoria di Paolo Magretti. Il lavoro per ottenere questo risultato è cominciato mesi fa, ed ha visto coinvolte diverse persone, dall’Amministrazione comunale a personaggi del mondo del ciclismo e del tessuto imprenditoriale e professionale magentino.

     

    Nel 1876  otto corridori si sfidarono per la prima volta sul percorso fra le due città, in sella a primordiali biciclette. Dopo quattro anni di interruzione, dal 2008 al 2011, è stata riproposta nel 2012. Corsa nelle prime edizioni a marzo, è diventata classica d’autunno nel 1911. Durante il secondo dopoguerra  la corsa è tornata a disputarsi a marzo; dal 1975 è tornata in calendario in autunno, a fine settembre o in ottobre, ad eccezione di alcuni anni.

     

     

     

    L’edizione 2017 della Milano Torino si è svolta con partenza da San Giuliano Milanese  (Sesto Ulteriano) per attraversare su strade pianeggianti la pianura Padana con una lunga progressione attraverso le piane di Vigevano e la Lomellina fino alle porte di Casale Monferrato, da lì verso la capitale sabauda.

    Al momento la certezza è che la gara, organizzata con la consueta partnership del gruppo RCS-Corsera-Gazzetta,  si disputerà mercoledì 10 ottobre.

    Il cosiddetto ‘villaggio’, sul  modello di quanto accade durante il Giro d’Italia, pare sarà collocato in piazza Mercato; dopo la partenza, i corridori dovrebbero attraversare le vie di Magenta, compreso il centro, per un evento le cui ricadute sul tessuto cittadino e commerciale dovrebbero essere davvero rilevanti.  Basti pensare a cosa successe ad Abbiategrasso in occasione della partenza di tappa del Giro d’Italia.

    Appassionati ed amanti delle due ruote, non c’è dubbio, si riverseranno copiosi su Magenta. Attendiamo l’ufficialità, come detto; e se così fosse, si tratta indubbiamente di un tonico niente male per la città.

     

     

     

    ALBO D’ORO DAL 1990 AL 2017

    ANNO VINCITORE SECONDO TERZO
    2017 Rigoberto Urán Adam Yates Fabio Aru
    2016 Miguel Angel Lopez Moreno Michael Woods Rigoberto Uran Uran
    2015
    Diego

    Rosa

    Rafal

    Majka

    Fabio

    Aru

    2014
    Giampaolo

    Caruso

    Rinaldo

    Nocentini

    Daniel

    Moreno

    2013
    Diego

    Ulissi

    Rafal

    Majka

    Daniel

    Moreno

    2012
    Alberto

    Contador

    Diego

    Ulissi

    Fredrik

    Kessiakoff

    2007
    Danilo

    Di Luca

    Mauricio

    Soler

    Kim

    Kirchen

    2006
    Igor

    Astarloa

    Mirko

    Celestino

    Paolo

    Tiralongo

    2005
    Fabio

    Sacchi

    Mirko

    Celestino

    Paolo

    Tiralongo

    2004
    Marcos

    Serrano

    Eddy

    Mazzoleni

    Francesco

    Casagrande

    2003
    Mirko

    Celstino

    Davide

    Rebellin

    M. Angel Martin

    Perdiguero

    2002
    Michele

    Bartoli

    Oscar

    Camenzind

    Gabriele

    Missaglia

    2001
    Mirko

    Celestino

    Niki

    Aebersold

    Eddy

    Mazzoleni

    1999
    Markus

    Zberg

    Paolo

    Bettini

    Jan

    Ullrich

    1998
    Niki

    Aebersold

    Oscar

    Camenzind

    Marco

    Serpellini

    1997
    Laurent

    Jalabert

    Alex

    Zulle

    Paolo

    Lanfranchi

    1996
    Daniele

    Nardello

    Stefano

    Zanini

    Laurent

    Jalabert

    1995
    Stefano

    Zanini

    Rolf

    Sorensen

    Francesco

    Casagrande

    1994
    Francesco

    Casagrande

    Mauro

    Gianetti

    Zenon

    Jaskula

    1993
    Rolf

    Sorensen

    Paolo

    Fornaciari

    Francesco

    Frattini

    1992
    Gianni

    Bugno

    Rolf

    Aldag

    Tony

    Rominger

    1991
    Davide

    Cassani

    Tony

    Rominger

    Sammie

    Moreels

    1990
    Mauro

    Gianetti

    Articolo precedenteNew Ideal Magenta, i concerti riprendono questa sera con i Borboleta e il tributo a Carlos Santana
    Articolo successivoFesta Unità 2018, Paolo Razzano dibatte di sicurezza con Marco Minniti