ESCLUSIVO DI TN. Intervista alla neo presidente di ASM Elisabetta Lanticina

    164

    MAGENTA –  A pochi giorni dalla nomina del nuovo CdA di ASM, la sua Presidente l’Avvocato Elisabetta Lanticina, ha risposto cortesemente alle domande di Ticino Notizie. Qui di seguito la nostra intervista.

    1) Come è nata la tua candidatura in seno a Forza Italia e, più in generale, al centrodestra magentino?

    Sono attenta e vicina a delle precise posizioni politiche, un po’ come ciascuno di noi. Tempo addietro mi era stato chiesto se fossi potenzialmente interessata ad un incarico politico-amministrativo e, in particolare, alla Presidenza dell’ASM. Ho accolto l’ipotesi con favore e ho presentato il mio curriculum come previsto. Solo nei giorni scorsi ho appreso che sulla mia persona c’è stata una positiva convergenza di vedute tra le varie forze politico-amministrative cui spetta il compito di decidere. Quindi ho accettato con entusiasmo la nomina e farò quanto nelle mie possibilità per ricambiare la grande fiducia che mi è stata data.

    2) Ormai realtà come ASM a Magenta, piuttosto che Amaga ad Abbiategrasso (guidata anche qui dal tuo collega di partito Piero Bonasegale) sono realtà con una forte vocazione imprenditoriale e dove servono forti doti di managerialità, è una sfida che ti affascina?

    Un bel primo piano sopra di Elisabetta Lanticina in un momento di relax

    Certo, è una sfida che accolgo con entusiasmo, consapevole e convinta, oggi più che mai, che determinazione, competenza e serietà siano, tra i tanti necessari, i requisiti indispensabili per poter fare bene ed essere al passo con le molteplici esigenze manageriali che oggi vengono richieste in molti ambiti.

    3) In questi anni ASM ha cambiato abbastanza pelle con una politica industriale abbastanza spinta, tant’è che i fatturati sono in costante crescita dal 2014 ad oggi e con l’apertura a nuovi mercati e servizi (vedasi quella delle ESCO e la gestione dei parcheggi servizio SAM) quale sarà la strategia tua e del tuo CdA, continuità o altro? 

    So che all’ASM vi sono un Cda e una struttura dirigenziale all’altezza dei meritati risultati ottenuti. Non ritengo sia il caso, ad oggi, di entrare nel merito di cosa e come fare.
    Intendo confrontarmi con i colleghi del Consiglio di Amministrazione proprio al fine di poter poi elaborare un piano di lavoro che guardi al futuro, tenendo ben presente quanto è stato fatto sino ad oggi. Non bisogna però perdere di vista la realtà di questi ultimi mesi: la nostra vita di cittadini, di lavoratori, di amministratori, di imprenditori e soprattutto la realtà economico-sociale sta subendo un impressionante mutamento condizionato dalla pandemia.
    L’ASM di domani deve fare i conti con questa nuova realtà e con le rinnovate esigenze delle famiglie, delle aziende e del territorio nel suo insieme. E penso a questo aspetto sia dal punto di vista economico, sia della rinnovata mission che l’ASM, nell’ambito delle proprie facoltà e a fianco e a sostegno delle amministrazioni comunali interessate, è chiamata a svolgere anche per collaborare nella lotta contro la diffusione del Covid-19.

    4) Pensi sia utile, magari c’è anche già stato, una sorta di ‘passaggio di consegne’ con il vecchio presidente Beppe Viola, se non altro per approfondire magari alcune questioni strategiche, in quanto, io credo che al netto dell’alternanza politico/partitica, ASM sia prima di tutto un bene del territorio e dei suoi cittadini che va preservato.

     

    Certamente sì. Proprio in questi giorni mi sono attivata per acquisire la maggior quantità di informazioni indispensabili per operare al meglio. Per il prossimo giovedì ho convocato la prima seduta del Consiglio di Amministrazione dell’ASM proprio per entrare nel vivo dell’attività operativa e cominciare a lavorare.

    5) E’ inutile rimarcare che anche nella politica locale di questi anni il tema del parcheggio multipiano e, più in generale della sua gestione, che è appunto in capo ad ASM sia stata e sia una delle questioni più spinose da affrontare, come pensi di muoverti, al netto di una convenzione che è in essere con oneri e onori, tematiche che da legale quale sei conosci benissimo. Cosa pensi di fare? 

    Non voglio sembrare scortese, ma credo non sia questa la sede e il momento opportuno per toccare aspetti così delicati per la Città di Magenta. Affronterò il tema del Parcheggio Multipiano dopo essermi confrontata con il CDA e con le autorità comunali di Magenta che hanno la competenza in materia.

    6)Ultima domanda un po’ fuori dagli schemi: avvocato, mamma ora presidente di ASM tanti impegni da conciliare, ma si dice (ed è così) che voi donne siate “multi tasking” e, quindi, in grado di muovervi bene, su più fronti. Battute a parte quanto tempo pensi di dedicare ad ASM?

    Accetto la definizione che noi donne siamo ‘multi-tasking’ perchè è molto vicina al vero. Dedicherò all’ASM tutto il tempo che sarà necessario per affrontare la duplice sfida che si presenta: consolidare e proseguire nel processo di sviluppo avviato dal 2014 e riuscire a farlo nonostante davanti a noi tutti si stia prospettando un futuro socio-economico certamente molto meno roseo rispetto al passato. Anche in questo delicato ambito sono convinta che l’ASM potrà dare un importante contributo al territorio.

     

     

     

     

    F.V.

     

     

    Articolo precedenteMagenta, pochi giorni alla festa del Sacrificio e l’Amministrazione non risponde agli islamici: “Ci rivolgiamo al prefetto, ci sentiamo umiliati”
    Articolo successivoVigevano: furto in un’abitazione, denunciati due tunisini senza permesso di soggiorno