Emergenza siccità. Da oggi i produttori idroelettrici aumentano il rilascio di acqua

82

Silvia Scurati (Lega): “Decisione coordinata da Regione Lombardia per rispondere a istanze agricoltori colpiti da siccità”

LOMBARDIA –  “Da oggi i produttori idroelettrici aumentano i rilasci dell’acqua a favore dell’agricoltura, una decisione importante presa nell’ambito del tavolo di coordinamento convocato da Regione Lombardia per far fronte all’attuale situazione di crisi idrica dovuta al perdurare delle siccità e dall’assenza di piogge”.

Commenta così Silvia Scurati, consigliere regionale della Lega, la notizia in favore della razionalizzazione delle acque nelle dighe lombarde.

“Come affermato dall’assessore regionale a Enti locali, Montagna e risorse energetiche, Massimo Sertori – presente all’incontro con Terna, i regolatori del lago di Iseo, del lago di Como e del lago Maggiore, ANBI Lombardia e i rappresentanti di Enel, A2a ed Edison – i gestori dei siti idroelettrici si impregneranno nell’incrementare la produzione che permetterà di rilasciare un totale di 4 milioni di metri cubi di acqua al giorno per il bacino dell’Adda, e quasi un milione per il bacino dell’Oglio”.

“La decisione di intervenire sulle ‘scorte’ idriche presenti nelle dighe e nei laghi dell’alta Lombardia è un passaggio dovuto e fondamentale per garantire l’irrigazione, a valle e in pianura, per tutte quelle colture che da troppo tempo stanno soffrendo la grave mancanza di acqua. Grazie anche all’assessore all’agricoltura Fabio Rolfi per l’impegno continuo in un momento drammatico per l’agricoltura legato alla siccità. Un gesto tangibile coordinato dalla Regione che prosegue le azioni per rispondere alle istanze degli agricoltori e degli allevatori della Lombardia” conclude Scurati.

Articolo precedenteMega rissa a Peschiera del Garda e molestie a Desenzano. Audizione al Pirellone
Articolo successivoBià: “Con la salute non si scherza”. Presidio dei Dem in piazza Marconi sabato prossimo