Elezioni, sentite Formigoni: “Giusto portare un ministero a Milano. Il nemico resta la burocrazia”

224

“Idea semplice, fattibile e utilissima”

MILANO – Secondo l’ex presidente della Lombardia, Roberto Formigoni, è “un’ottima proposta” quella lanciata ieri dal segretario della Lega Matteo Salvini al Forum Ambrosetti di aprire nel capoluogo lombardo un ministero per l’intelligenza artificiale, l’innovazione e la digitalizzazione. “Innanzitutto – spiega Formigoni all’Adnkronos – è fondamentale che ci sia un ministero dedicato a queste materie, perché sono le materie che fanno diventare moderno un Paese”.

E poi “se venisse messo a Milano, verrebbe messo nella sua sede naturale, perché Milano è la città più tecnologica d’Italia, dove ci sono industrie nazionali e internazionali che si occupano di questi temi, è una città attrattiva e la capitale dei brevetti. Un ministero qui attirerebbe ulteriormente degli operatori, sia imprenditori sia studiosi, dall’Italia e dall’estero e Milano potrebbe diventare una vera e propria capitale su questo tema”.

 

Da questo punto di vista – prosegue – “mi sembra che Mind sia il luogo più adatto: era stato pensato come centro di ricerca e sperimentazione su queste materie, quindi è la sede ideale per un ministero dedicato”. Quanto all’idea di un ministero a Milano “era già stata lanciata anni fa”, ricorda Formigoni, secondo cui però “non è niente affatto eretica, è un’idea fattibile. Il nemico è la burocrazia”. Per questo, l’ex presidente della Lombardia alla domanda se sia ottimista sulla possibile realizzazione della proposta di Salvini, risponde: “Sono speranzoso, spero che difficoltà burocratiche non impediscano questo, che è un progetto in fondo semplice, ma utilissimo”. Per altro “non si tratta neanche di spostare qualcosa da Roma a Milano, ma di creare una struttura nuova, a Milano invece che a Roma”.

 

Articolo precedenteCentenario di Santa Gianna. In arrivo la Madonna di Fatima a Magenta e Mesero
Articolo successivoFontana: “Subito un tetto al prezzo del gas e stanziare aiuti per il caro bollette”