Elezioni: è cambiato il vento, un nuovo asse Magenta, Legnano e Bià

    91

    MAGENTA –  Le elezioni di domenica hanno decretato un vero e proprio ribaltamento della situazione politico amministrativa nel territorio dell’est Ticino.  Magenta, Legnano e Abbiategrasso, infatti, sono tornate in un colpo solo al centrodestra. Uno storico ‘triplete’ che riporta indietro al 2012, quando, anche Castano Primo – l’altro tassello centrale del territorio  oggi a guida centrosinistra con il sindaco Pignatello – era un feudo dell’allora Popolo delle Libertà.

    Ascoltando i propositi della neo sindaco Chiara Calati, occorre, certamente ripartire da lì. Lo strumento potrebbe essere rivisto e aggiornato quel tavolo regionale per lo sviluppo lanciato all’epoca da Roberto Formigoni, presidente di Regione Lombardia.

    Lo ha ricordato ieri in conferenza stampa Luca Del Gobbo all’epoca sindaco:Il nostro è un territorio strategico a livello regionale. Quel tavolo era un’occasione. E’ stato lasciato lì, un po’ a morire. Un peccato perché a quel tavolo sedevano anche altri soggetti, dalle organizzazioni sindacali, alle realtà produttive con le associazioni di rappresentanza“.

    Sempre Del Gobbo ha ricordato che nel nostro territorio tra Magenta e Legnano è insediato da tempo un cluster per l’energia. Anche questa è una risorsa da sfruttare. Si pensi alla Franco Tosi di Legnano, ma più ancora alla STF di Magenta che oggi non naviga certamente in buone acque ma che cinque anni fa di questo cluster era il fiore all’occhiello.

    “Anche su questa partita – ha concluso Del Gobbo – possiamo dire e fare molto. C’è la piattaforma. Si tratta semplicemente di utilizzarla alla luce del nuovo contesto”. 

    Senza dubbio il fatto che oggi le Amministrazioni di Magenta, Legnano ed Abbiategrasso siano tornate sotto lo stellone del centrodestra potrebbe  – anche alla luce del medesimo idem sentire –  essere un’arma in più nella collaborazione con Regione Lombardia.

    Articolo precedenteCalati: “Idee chiare, per rilanciare Magenta”
    Articolo successivoMagenta, con Dedalus è tempo di saggi!