Politica

Elezioni comunali: Ivo Colombo ‘Insieme per Boffalora’ si presenta

Medico, punterà molto sullo sviluppo sostenibile

BOFFALORA SOPRA TICINO Una presentazione in toni più dimessi per la scomparsa dell’assessore Miriam Ranauro quella del candidato sindaco per la lista civica Insieme per Boffalora di centrosinistra. Ivo Colombo è stato presentato da Angelo Mongelli, già candidato è attuale capogruppo in consiglio comunale, che ha detto: “Non termino il mio lavoro, ma continuo nell’interesse del mio paese”. La vita professionale di Colombo è conosciuta.

Medico dal 2 giugno 1986. “Passando gli anni mi rendevo conto che l’impressione che lavoravo ottenendo poco. – racconta – Verso la fine degli anni ‘90 ho conosciuto l’associazione dei medici per l’ambiente capendo cosa vuol dire essere medico di comunità. Colui che deve perseguire la prevenzione primaria. E per farlo serve una politica attiva, un medico con certe convinzioni e una società che voglia il bene dei cittadini. Prevenzione primaria vuol dire mettere n atto tutti quegli accorgimenti per prevenire le malattie”. L’ambiente sano è uno dei punti cardine del programma di Colombo. Anche se oggi il medico si è solo presentato al l’elettorato, senza entrare nel merito del programma. “Faccio un esempio – continua – Fare attività fisica senza percorsi pedonali, è impossibile. Ecco perché mi sono buttato in politica”. Colombo è convinto che la prevenzione primaria possa portare a risultati migliori della stessa medicina tradizionale. Se sarà eletto sindaco continuerà’ anche a fare i medico. Un accenno ai dieci anni di opposizione.

“Siamo stati sempre presenti – dice – nel secondo quinquennio è accaduto di tutto. Il caso Vetropak è uno dei punti più importanti. Diciamo tanti si a Vetropak, al lavoro soprattutto. Ma diciamo si anche al rispetto delle regole. Non è possibile creare disagi si cittadini per via di rumore, emissioni e altro. Mi auguro che gli amministratori delegati adottino le tecniche per ridurre le emissioni. Aktro ounto la variante e noi non la vogliamo. Cosa faremo? Il quadro è semplice. Vogliamo sistemare le cose, ridurre i disagi. Il paese sembra spaccato in due. Vorremmo creare una comunità solidale e coesa. Una comunità dove tutti insieme cerchiamo di rilanciare Boffalora. Metto una cornice attorno ad agenda 2030, accordo di 195 paesi per dare una spinta ad agenda 21. Tanti obiettivi, nel nostro piccolo possiamo fare qualcosa cominciando a divulgare cultura”.

Sostenuto dall’ex sindaco Anna Maria Garavaglia che ne ha elogiato la grande onestà. I cittadini hanno cominciato a chiedere quello che farà a Boffalora, oawse di quattromila abitanti. Pontenuovo, molti denunciano, è in stato di abbandono. “Dobbiamo trovare le soluzioni per evitare l’isolamento e dobbiamo farlo insieme”, dice Colombo.

Tag
Vedi Altro

Potrebbe Interessarti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi