Elezioni/3: Garavaglia e la Lega chiudono a Marcallo, Sara Bettinelli col Pd a Legnano

266

 

MARCALLO LEGNANO – Si chiude a Marcallo con Casone una campagna elettorale corta ma davvero intensa! Grazie a tutti i nostri esponenti e grazie ai militanti che non si sono mai risparmiati durante questo mese!!! Domenica c’è un solo voto utile per cambiare in meglio il nostro paese! Domenica 25 settembre vota lega!

Con le parole del coordinatore provinciale della Lega per il Ticino si è chiusa ieri la campagna elettorale del Carroccio, che si è ritrovato nella sua storica roccaforte di Marcallo con Casone, sala polivalente di via Roma, dove il sindaco Marina (appunto..) Roma ha accolto esponenti politici del partito di Matteo Salvini ad ogni livello.

A partire dal ministro uscente Massimo Garavaglia, capolista al Senato nel secondo collegio del Piemonte, e poi la candidata alla Camera nel collegio di Legnano Laura Ravetto, il coordinatore regionale Fabrizio Cecchetti, i consiglieri regionali Curzio Trezzani e Silvia Scurati, sindaci, assessori e consiglieri.

Matteo Salvini ha giocato una partita non facile ma sino in fondo (ieri lunghissima maratona social di ore ed ore, per il segretario federale), ma in questo spicchio di area metropolitana la Lega è ancora molto forte e radicata. Adesso silenzio, si attende solo l’esito delle urne di domenica.

SARA BETTINELLI A LEGNANO

Abbiamo dimostrato che esiste un territorio ed esiste una rete di amministratori, che in questi anni è stata in grado di costruire. È la politica del fare, è la politica del “noi”, è la politica che voglio portare in Parlamento. Che bello chiudere la campagna elettorale con questo entusiasmo, con voi, a Legnano. Sono pronta a portare in Parlamento le vostre esigenze; a risolvere i vostri problemi; a costruire un futuro insieme”.

Dopo 4 settimane davvero intense, il sindaco di Inveruno ha concluso ieri sera la sua campagna elettorale a Legnano, a fianco dei sindaci di Pd e centrosinistra che l’hanno supportata in una sfida ad altissimo tasso di difficoltà (ai confini dell’improbo), che tuttavia rafforza il profilo politico di una esponente dei Dem che presto potrebbe ritentare la corsa verso altri lidi (istituzionali). 

Una campagna giocata molto sui toni del NOI, che la Bettinelli ha voluto giocare in modalita’ inclusiva. Anche per lei, adesso, silenzio elettorale. Domani parlano le urne.

 

 

Articolo precedenteElezioni/2, Cecchetti contro Gelmini: quanti ball, sull’autonomia…
Articolo successivoAddio ai Federer Moments e alla capacità di ‘sedare’ i propri demoni. Addio Roger – di Teo Parini