Dolori alla schiena a scuola? I consigli dell’esperto e gli esercizi da fare per una schiena in salute

229

Il fisioterapista entra nelle aule della primaria Santa Caterina.

MAGENTA – “La schiena va a scuola” è un progetto di divulgazione scientifica sostenuto dall’associazione nazionale dei Fisioterapisti in ambito pediatrico ed ha come protagonista la schiena dei bambini ed in particolare cosa si possa fare per mantenerla forte e sana. Tra le scuole partecipanti al progetto, la primaria Santa Caterina, che tra dicembre 2021 e marzo ha visto la presenza di specialisti in classe.

Ogni giorno lavoro a stretto contatto con pazienti giovani ed adulti che soffrono di svariati dolori, dalle comuni sciatiche ai problemi di postura o cattivo movimento. Questa però è già terapia. Fare prevenzione significa intervenire prima che i problemi insorgano attraverso l’educazione verso quei comportamenti e stili di vita che favoriscano forza e salute al corpo, ha spiegato il fisioterapista dott. Lorenzo Bisoffi.

Tra i problemi portati a galla dal Covid, dobbiamo infatti citare anche il mal di schiena, di appannaggio non solo degli adulti, e del quale non c’è sufficiente divulgazione da parte delle istituzioni per favorirne la prevenzione all’interno delle scuole.

La proposta innovativa ha avuto un riscontro positivo nelle classi del plesso magentino: “E’ stato un progetto interessante e importante di Fisioterapia per i nostri ragazzi. Grazie alle informazioni dello specialista e agli esercizi quotidiani da eseguire in classe, tutti gli alunni hanno preso consapevolezza dell’importanza di una corretta postura, perché adottare pratiche quotidiane aiuta ad ottenere uno stile di vita salutare”, ha commentato Michele Volgarino, referente dei docenti delle classi quinte.

Durante gli incontri, in aula, ma anche a distanza per alcuni alunni in didattica digitale integrata, largo spazio alle domande, alle simulazioni, ai giochi didattici di gruppo: così i bambini hanno potuto sperimentare ed apprendere come stare seduti corretti in classe, come regolare uno zaino, come prendere un peso fino addirittura a saper scegliere in modo consapevole lo zaino ideale per la loro schiena.

E alla fine non poteva mancare il diploma di “esperto della schiena”! con la speranza che possano condividere le informazioni, un modo per costruire stili di vita migliori per tutta la famiglia, attraverso un cambio di ruolo dove il bambino può contemporaneamente imparare ed insegnare ai genitori quali sono le posizioni, i comportamenti e gli stili di vita più sani per la loro schiena.

Alle scuole è stato lasciato un cartellone per premiare anche tutti gli insegnanti e la dirigenza scolastica per aver aderito ad un progetto di così vitale importanza per la salute di oggi e di domani.

Se è vero che i bambini sono il motore del cambiamento nel mondo, l’associazione nazionale Fisioterapisti (AIFI) vuole essere protagonista di questo progetto e sono orgoglioso di farne parte”, ha concluso con orgoglio il dott. Bisoffi.

Articolo precedenteInvasione di atleti dal Magentino alla Milano Marathon, un successo per tutti
Articolo successivoCanale Villoresi: proseguono le pulizie di primavera