NewsPolitica

Discarica Casorezzo, Mantovani: “Un pannicello fresco sull’agonia di un territorio”

Ieri sera,  in Consiglio regionale l’approvazione della risoluzione. Il Consigliere regionale di Forza Italia: “Interrogativi sulla celerità d’azione della Città Metropolitana che umilia sindaci e comunità locali. Occorre rispettare la volontà popolare”

CASOREZZO – “Questa risoluzione è un pannicello fresco sull’agonia di un territorio rovente che voleva decidere sul suo futuro perchè arriva dopo un lungo contenzioso che ha coinvolto cittadini, associazioni ambientaliste, amministratori locali che hanno lottato, ottenendo però promesse non sempre mantenute”. Così ha dichiarato Mario Mantovani, consigliere regionale lombardo di Forza Italia in occasione del dibattito relativo alla risoluzione: “Progetto di gestione produttiva ATE g11 e recupero ambientale di parte dell’ambito con riempimento tramite rifiuti non pericolosi, nei comuni di Busto Garolfo e Casorezzo”.

“Come ben sappiamo parliamo oggi della trasformazione di una vecchia cava in discarica. I Sindaci di Casorezzo e Busto Garolfo erano stati ricevuti dai vertici della Città Metropolitana -dal vicepresidente Comencini e dalla consigliera delegata Scavuzzo- il 19 maggio scorso, ottenendo significative rassicurazioni tant’è che l’8 giugno gli stessi primi cittadini indirizzavano una lettera alle proprie comunità in cui ringraziavano e condividevano il progetto di Città Metropolitana. Il 14 luglio 2016 anche Regione Lombardia si faceva interprete delle necessità manifestate dagli amministratori locali, chiedendo a Città Metropolitana di verificare almeno tre questioni: la distanza da una discarica e l’altra, la pressione della discarica sul suolo e la mancanza di titolarità delle aree interne all’ambito estrattivo”.

“Ma è possibile -prosegue Mantovani- che, conoscendo i tempi lunghi della burocrazia, in soli 5 giorni siano state espletate da parte di Città Metropolitana tutti gli interventi richiesti anche da Regione Lombardia, rilasciando il 22 luglio il decreto di autorizzazione? E’ un fatto che in qualche modo suscita interrogativi e perplessità. Peraltro è ancora in essere un ricorso al Tar e forse si sarebbe potuto attenderne il giudizio”.

“Approveremo la risoluzione perchè l’avvio di un gruppo di lavoro di controllo permanente può essere comunque un fatto positivo. Certo è -conclude Mantovani- che anche questa volta assistiamo ad imposizioni dall’alto che umiliano le comunità locali. L’insediamento di stabilimenti e discariche deve poter passare attraverso una vera interlocuzione con i territori. La sovranità popolare, che abbiamo difeso domenica scorsa respingendo una riforma costituzionale accentratrice, deve poter essere applicata anche nei nostri piccoli comuni”.

(*fonte: comunicato stampa ricevuto in redazione, nella foto sotto Mario Mantovani Consigliere regionale di Forza Italia che ieri ha preso la parola in Aula durante il dibattito sulla risoluzione)131610931-0b062ad5-fa15-4191-bb02-27bfbac1aada

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi