NewsTerritorio

Difesa del suolo: il Consiglio approva la nuova legge

MILANO – Il progetto di legge n. 266 di revisione della normativa regionale in materia di difesa del suolo, prevenzione e mitigazione del rischio idrogeologico e di gestione dei corsi d’acqua è stato approvato, l’8 marzo, dal Consiglio regionale lombardo con 41 voti favorevoli e 21 contrari dopo un lungo iter.
Si tratta di un provvedimento di fondamentale importanza, che assieme a quello sul consumo del suolo, è destinato a rappresentare – questo l’auspicio – un punto di svolta e un riferimento significativo per il resto del Paese. Criteri precisi disciplinano una serie di misure per evitare, scoraggiando l’edificazione selvaggia in prossimità dei corsi d’acqua, il crearsi di situazioni a rischio, favorite altresìdigadighe 2 da eventi alluvionali sempre più frequenti, connessi ai cambiamenti climatici degli ultimi anni; per potenziare le azioni manutentive con lo stanziamento di importanti fondi, anche per il Sistema Navigli e le idrovie collegate; per valorizzare le funzioni di difesa del suolo di competenza degli Enti del sistema regionale, tra cui i Consorzi di bonifica e l’Agenzia Interregionale per il fiume Po.
L’Assessore al Territorio, Urbanistica e Difesa del Suolo Viviana Beccalossi ha espresso grande soddisfazione, riconoscendo la modernità del provvedimento e la centralità che è destinato ad assumere: “Alla luce dei cambiamenti climatici in corso e della situazione idrogeologica del nostro territorio, abbiamo ritenuto quanto mai necessario emanare, attraverso una lunga e positiva collaborazione con tutti gli enti e le forze interessate, un provvedimento in grado di affrontare finalmente i problemi non in modo emergenziale ma con azioni ed interventi preventivi, ad efficace tutela del nostro territorio”.
ANBI Lombardia, in una nota ufficiale a firma del suo Presidente Alessandro Folli, a nome di ANBI nazionale e di tutti i Consorzi associati, ha rivolto ai Presidenti del Consiglio e della Giunta regionale e all’Assessore Beccalossi apprezzamento per quanto fatto, garantendo la massima collaborazione nell’applicazione di strumenti efficaci e importantissimi per lo sviluppo regionale.
Folli, anche in qualità di Presidente dell’Est Ticino Villoresi, sottolinea la serietà del lavoro svolto dai Consorzi di bonifica: “Questo provvedimento rappresenta altresì un riconoscimento ufficiale del fondamentale ruolo assunto dai Consorzi di bonifica a favore dello sviluppo sostenibile del territorio; è infatti il risultato della proficua collaborazione avviata tra Regione Lombardia e i nostri Consorzi attraverso un percorso che prosegue ormai da diverso tempo. La Lombardia si sta dotando di strumenti estremamente qualificati in materia di difesa del suolo e di gestione dei corsi d’acqua, assumendo a livello nazionale un ruolo di guida”.

*comunicato a cura di Ticino Comunicazione ufficio stampa Consorzio ETVilloresi

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi