Dalla Regione altri 247 milioni di euro di investimenti

    74

    MILANO – “E’ una manovra importante perche’ noi cocciutamente restiamo convinti che lo sviluppo e i posti di lavoro crescano attraverso gli investimenti. Mentre a livello nazionale questi diminuiscono del 5 per cento facendo il record di debito pubblico, noi aumentiamo ancora”. Lo ha detto l’assessore regionale all’Economia Crescita e Semplificazione, Massimo Garavaglia, commentando la delibera con la quale la Giunta lombarda ha stanziato in assestamento di bilancio altri 247 milioni di euro.

    ALTRI 100 MILIONI PER LA SANITA’ – “Con questo intervento – ha spiegato Garavaglia – andiamo a stanziare altri 100 milioni di euro per la sanita’, che si aggiungono agli oltre 500 milioni gia’ messi a bilancio su questo capitolo attraverso il Piano straordinario d’investimenti per il triennio 2017/2019. Contestualmente stanziamo altri 147 milioni di euro di investimenti”.

    INTERVENTI A TUTTO CAMPO – I 147 milioni di euro serviranno per le infrastrutture, la mobilita’, l’edilizia pubblica, la valorizzazione e tutela del territorio, la programmazione comunitariadove non vogliamo perdere un euro dei fondi messi a disposizione in sede Ue”. “Qui, infatti – ha spiegato l’assessore – vogliamo portare a casa la ‘premialita”. Siamo la seconda regione in Europa per investimenti in ricerca ed innovazione, ma vogliamo diventare la prima”. Ultimo, ma non ultimo la promozione turistica visto anche che la Lombardia ”risulta gia’ essere la prima regione in Italia per visitatori stranieri”.

    ZERO IRAP PER NUOVI NEGOZI NEI CENTRI STORICI URBANI – Continua anche il lavoro della Regione per dare risposte concrete ai bisogni dei cittadini, individuando soluzioni in grado di sostenere la ripresa, ponendo particolare attenzione a quelle categorie, come il mondo del commercio, che piu’ hanno sofferto la crisi in questi anni. ”In questa direzione, infatti, – ha annunciato Garavaglia – va l’azzeramento dell’Irap (imposta regionale sulle attivita’ produttive) per tre anni per i nuovi esercizi commerciali nei centri storici urbani dei Comuni capoluogo e di quelli con una
    popolazione superiore ai 50 mila abitanti. Cosi’ facendo Regione da’ un segnale forte anche a sostegno dei nostri centri commerciali naturali e dei negozi di vicinato”.

    LA RICETTA LOMBARDA E’ QUELLA CHE FUNZIONA – “Ancora una volta – ha concluso l’assessore – la ricetta della nostra Regione e’ quella che funziona. Aumentiamo gli investimenti del 25 per cento rispetto alla previsione 2017 e dell’80 rispetto al 2016, ovviamente, facendo zero debito. Noi facciamo i fatti

    gli altri chiacchierano. Figuriamoci cosa potremmo fare se avessimo un po’ piu’ di autonomia”.

    (FONTE: comunicato stampa di Lnews)

    Articolo precedenteGiro d’Italia ‘rosa’: è scattato il conto alla rovescia
    Articolo successivoBallottaggio, affluenza alle 12: Magenta 17, Abbiategrasso 16, Legnano 12. Ottimismo per Chiara Calati