Dal governo 130.000,00 euro per riqualificare energeticamente l’Ufficio Tecnico Comunale di Parabiago

    79

    PARABIAGO – La seduta di Giunta di fine luglio, ha visto approvare il progetto esecutivo per un maggior efficientamento energetico e adeguamento alla normativa dell’Ufficio Tecnico comunale. L’intervento prevede una spesa di 130.000,00 euro che il comune riceverà come contributo statale grazie alla legge n.58 del 28 giugno 2019 “Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi”.

    “Abbiamo voluto cogliere al volo l’opportunità messa in campo dal decreto Crescita -commenta l’Assessore Dario Quieti- una misura che ci assegna 130.000,00 euro per interventi di sistemazione del patrimonio edilizio, puntando anche su un’azione che fosse fortemente riqualificante sotto l’aspetto energetico.”.

    L’Ufficio Tecnico Comunale necessita da tempo di interventi di riqualificazione energetica essendo, ad esempio, attualmente ancora dotato di infissi in legno con singolo vetro. Il progetto approvato in Giunta prevede, quindi, la sostituzione dei serramenti esistenti con nuovi infissi dotati di vetrocamera a bassa trasmittanza, nonché la realizzazione di un cappotto termico su tutta la struttura. Entrambi gli interventi serviranno per ottenere una maggior efficienza che porterà sia a un minor dispendio di energie con relativa attenzione all’ambiente, sia un risparmio vero e proprio nella spesa pubblica. “Anche in questo caso la nostra amministrazione ha avuto un occhio di riguardo verso l’efficienza energetica -prosegue Quieti- Si tratta di scelte amministrative, ma anche politiche ambientali importanti, che guardano al rispetto dell’ambiente e alla salvaguardia della salute di tutti. Con questo ultimo intervento -conclude l’Assessore- l’Ufficio Tecnico diventerà uno degli edifici comunali maggiormente ecologico, essendo intervenuti nel corso del nostro mandato, anche sul tetto per la rimozione dell’eternit dotando la struttura di un nuovo tetto coibentato, oltre a un impianto fotovoltaico.”.

    Per poter disporre del contributo statale, l’Amministrazione comunale avvierà gli interventi entro il prossimo 31 ottobre.

    Articolo precedenteDa settembre arriveranno le prime “Torri Faro” a Ossona, Inveruno, Arluno, Magnago e Marcallo con Casone
    Articolo successivoLa cimice asiatica è un vero flagello per la nostra agricoltura. La Regione chiede aiuto al Governo