Da Turbigo a Latina: l’ordinanza anti migranti del sindaco Garavaglia fa scuola.. Copia

    78

     

    TURBIGO – “L’Assessore Arcangelo Di Cola del comune di Monte San Biagio (Latina) sta proponendo una delibera di modifica in aumento della TARI per chi lucra sull’ospitalità dei profughi, in linea con quando abbiamo già fatto a Turbigo, in difesa della cittadinanza locale. Ringrazio Arcangelo per il rapporto di collaborazione e gli auguro in bocca al lupo!”

    E’ comprensibilmente soddisfatto Christian Garavaglia, sindaco 44enne di Turbigo, docente universitario e in carica dal 2011, che sulla sua pagina Facebook rende nota la decisione assunta nel comune di Monte san Biagio, in provincia di Latina, e che di fatto ricalca quella assunta a Turbigo nei mesi scorsi, che tanto aveva fatto discutere su tutto il territorio nazionale.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Il primo cittadino di centrodestra, con una decisione assunta in Consiglio comunale, ha stabilito che per coloro che hanno siglato un accordo con la prefettura per l’accoglienza di richiedenti asilo, il coefficiente per calcolare l’importo della tassa sui rifiuti, sara’ equiparato alla categoria “mense”. Sulla sua pagina social, Christian Garavaglia aveva commentato “dalle parole ai fatti, continuiamo insieme”, ricevendo un altissimo numero di Like e commenti positivi.

    E ora, evidentemente, qualcun altro in Italia si è accorto che trattasi di buona idea..

     

     

    Articolo precedente‘Tanti auguri Artemio’. Il 15 maggio ‘Ragazzo di campagna’ torna a Milano
    Articolo successivoCorbetta, il Comune mette in vendita.. bilancia, libreria e dei tappeti