Cuggiono/Maria Teresa Perletti #RipartiamoInsieme 2: “Ecco come rilanceremo il paese. Sicurezza, il ruolo del Comune da valorizzare. Progetti concreti a sostegno della famiglia”

    71

    CUGGIONO –  Il programma amministrativo per il RITORNO AL QUOTIDIANO e il RILANCIO DI CUGGIONO E CASTELLETTO  tracciato dalla lista di Maria Teresa Perletti  – sostenuta da Lega, Forza Italia e Noi con l’Italia – appare particolarmente ricco di contenuti. Che vanno dalla sicurezza e l’ordine pubblico – un cavallo di battaglia anche della prima Giunta Perletti – sino alla valorizzazione della macchina comunale e dei suoi dipendenti, considerati un patrimonio da promuovere. A proposito di sicurezza e ordine pubblico Perletti dichiara a TN: “In questo ambito le parole chiavi per noi saranno ancora efficienza, organizzazione e disponibilità, partendo dal potenziamento della videosorveglianza”.

    Qui sopra Maria Teresa Perletti durante una visita a Magenta nel suo primo mandato elettorale, con lei da sinistra l’Assessore Patrizia Morani, il sindaco di Magenta, Chiara Calati, la consigliere regionale di Bareggio Silvia Scurati e Laura Cattaneo anche lei Assessore a Magenta

    La squadra di Maria Teresa Perletti crede inoltre parecchio al ruolo del Welfare che significa famiglia, ma più ancora “Non lasciare indietro nessuno”.  “La famiglia è il pilastro su cui si fonda la nostra comunità e pertanto pensiamo a provvedimenti che siano a favore della vita nascente come sostegno di vicinanza.  Ma anche attenzione massima a tutte le fragilità, passando attraverso
    la creazione di una rete territoriale di servizi, che preveda la presa in carico precoce e la creazione di un progetto di vita, finalizzato al raggiungimento dell’autonomia. Pensiamo, inoltre, all’ampliamento degli spazi a Palazzo Kuster per il progetto dei bimbi autistici”. Saranno favorite le attività ludiche e di aggregazione anche tra gli over 60 con il progetto dell’Università della Terza Età e il potenziamento delle attività del Centro Sociale. 

    Sport e giovani sono un binomio inscindibile per la candidata Perletti e il suo team: “Per il periodo estivo pensiamo ad un campus multidisciplinare, ma anche una riqualificazione delle aree aperte del paese e di Castelletto che rientra nel progetto ‘Sport Green’. Ovviamente – prosegue Perletti – sport vuol dire anche turismo e qui vogliamo fare parecchio  programmando la rete dei percorsi e dei tempi di percorrenza, integrando punti di ristoro e accoglienza”. Per i giovani c’è poi in cantiere l’iniziativa del Consiglio comunale dei ragazzi inteso come percorso che potrà avvicinare anche i più giovani alla gestione della cosa pubblica e comprenderne il suo funzionamento.

     

    Per quanto riguarda Castelletto il gruppo di Maria Teresa Perletti pensa ad un capitolo dedicato. “La frazione è per noi strategica. Pensiamo alla promozione del territorio attraverso la riqualificazione del ponte conl’illuminazione ed il ripristino della vecchia pavimentazione circostante”.
    Sul fronte del decoro urbano Perletti ha le idee chiare: “Vogliamo un paese bello ed accogliente. In questo le numerose aree verdi pubbliche così come la ripiantumazione in viale Roma sarà al centro della nostra azione”

    Ma Cuggiono dovrà essere un Comune green ma che punta anche sull’innovazione: “Pensiamo alla posa di colonnine per l’alimentazione delle auto elettriche attraverso la collaborazione degli enti gestori”

    Villa Annoni, simbolo con il parco del paese, è uno dei tasselli portanti nel programma di Maria Teresa Perletti: “Vogliamo realizzare un parco per le famiglie, quindi, la  riqualificazione del “giardino all’italiana”, la creazione di un punto  ristoro fisso per cittadini e visitatori nel periodo estivo. Quindi, riprendere il progetto già esistente che prevede la riqualificazione di questo grande polmone verde in accordo con gli istituti professionali e il riutilizzo della serra”.

    Sul capitolo VIABILITA’ se ci sarà una Giunta Perletti bis si punterà alla  Fattibilità del 2° Lotto di CIRCONVALLAZIONE esterna di collegamento alla Boffalora Malpensa: “Questo per dare una soluzione di collegamento efficace, sicura e con meno manutenzione alle strade interne, tombini, pavimentazioni dovute al traffico pesante”.

    Attività Produttive con l’istituzione di una Consulta e vicinanza al mondo agricolo con il monitoraggio costante dei bandi regionali a loro dedicati saranno essenziali per quella ‘RIPRESA DELLA QUOTIDIANITA” che è lo slogan di fondo di questa campagna elettorale.

     A supporto di questo obiettivo la valorizzazione del Comune ma anche interventi drastici in ambito di finanza locale con tolleranza zero sul fronte dell’evasione fiscale, gestione oculata delle risorse finanziarie dell’ente così da diminuire la pressione fiscale sul cittadino. 

    “La razionalizzazione della macchina comunale e il suo efficientamento tramite processi di maggiore informatizzazione senz’altro ci faranno risparmiare, liberando risorse da destinare alla cittadinanza.  Non meno strategico – chiosa Perletti – il rapporto con gli enti superiori. Questo potrà essere un valore aggiunto quando finanziamenti che potrebbero arrivare da bandi regionali, nazionali ed europei”. 

     

     

     

     

     

    Articolo precedenteCanegrate: come cambia la raccolta rifiuti da lunedì 28 settembre
    Articolo successivoDel Gobbo e il referendum: il vero problema è la qualità di chi governa, non il numero dei parlamentari