Cuggiono, corso di dialetto nelle scuole: una OTTIMA idea

    89

     

    CUGGIONO- Che la lingua sia la BASE di una civiltà, o almeno una delle basi, è acclarato.

    Tra quelle a rischio di estinzione, specie in alcune  parti d’Italia, ci sono sicuramente le lingue locali (o dialetti). Ecco perché ci sembra davvero raccomandabile ed ottima l’idea dell’Amministrazione comunale di Cuggiono, che da marzo farà scattare un corso di dialetto nelle scuole primarie. Ecco la proposta illustrata dal consigliere comunale Gianfranco Ronchi. Idea che merita un plauso. Pubblichiamo anche la scheda dell’idea-progetto.

    “L’attuale Amministrazione comunale di Cuggiono nelle sue linee programmatiche intende proteggere e promuovere la lingua locale, elemento fondamentale di identità sociale, storica e culturale.

    Dal prossimo mese di marzo nelle scuola primaria, in alcune classi terze, verrà inserito il corso di lingua locale, condotto da alcuni componenti della compagnia dialettale teatrale “Le Vecchie Glorie”.

    Abbiamo fortemente voluto iniziare a Cuggiono un percorso, attraverso un progetto didattico, utile a far apprendere ai nostri ragazzi, con simpatia e facilità, i primi rudimenti della nostra lingua locale.

    In generale esistono nel mondo 6000 lingue parlate, metà sarebbero a rischio di scomparsa entro questo secolo.

    L’Unesco, e non è una novità, ha inserito la lingua Lombarda fra quelle in procinto di estinguersi, che cosa fare per salvarla? Occorre coinvolgere sicuramente il mondo scolastico, senza il concorso delle nuove generazioni fra pochi decenni, un mondo di identità culturale  scomparirà: ecco le motivazioni di questa scelta.

    Gianfranco Ronchi 

    Consigliere delegato al Recupero delle Tradizioni

     

     

     

     

     

     

     

    SCHEDA PIANIFICAZIONE PROGETTO

     

    Progetto:                   DIALETTO IN CLASSE

    Responsabili:           Insegnanti delle classi prime, seconde, terze, quarte e quinte del

    plesso “A.M.MOZZONI” di CUGGIONO

    OBIETTIVI

     

    • Riportare i bambini indietro nel tempo per la riscoperta e il recupero delle proprie radici culturali e delle tradizioni lombarde per sapere chi siamo e per dare alla nostra realtà cittadina un futuro più consapevole.
    • Scoprire la ricchezza e l’attualità del nostro passato.
    • Favorire l’opportunità di sviluppare il potenziale espressivo e comunicativo.
    • Creare le condizioni per accedere ad un mondo culturale più ampio.

     

    RISULTATI ATTESI / PRODOTTI

     

    • Riconoscere alcuni legami del presente con il passato.
    • Conoscenza di vocaboli in dialetto milanese/cuggionese raffrontati con vocaboli italiani per coglierne le differenze e somiglianze.
    • Sperimentare linguaggi espressivi diversi: gestualità, musica, canto, danza e parola.
    • Memorizzare parti.
    • Valorizzare il dialetto come lingua parlata.

     

    RISORSE

     

    Umane:                     Attrici volontarie della compagnia dialettale “LE VECCHIE GLORIE” di Cuggiono ed eventualmente insegnanti delle classi coinvolte.

    Materiali:                   Filastrocche, favole, racconti, canti e immagini.

    Finanziarie:              il corso verrà tenuto gratuitamente.

    Tempi:                        da concordare in ore e giorni col personale docente.

     

    MODALITA’ DI MONITORAGGIO e di VERIFICA

     

    Da concordare (eventuale piccolo spettacolo in dialetto con gli alunni)

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Articolo precedenteRegionali, ecco la lista completa dei 5 Stelle a Milano e provincia
    Articolo successivo‘Ama le foibe, odia i fasci’. A Magenta parole di vergogna