CRAL Novaceta: le immagini del rogo. De Luca: “Ci vogliono intimidire ma andiamo avanti lo stesso”

    93

    MAGENTA – “Chi ha colpito sapeva dove come muoversi, tant’è che l’incendio è stato appiccato in prossimità della stanza in cui tenevamo il frigorifero e alcuni documenti delle nostre iniziative. Per fortuna, le porte interne, tutte in acciaio, hanno svolto un effetto tagliafuoco. Il rogo così non si è potuto sviluppare. Noi un’idea su chi ha commesso tutto ciò ce la siamo fatta, ma ce la teniamo per noi. Certamente, è un episodio che non può essere derubricato alla voce bravata o vandalismo. E’ un fatto molto grave, ripeto sospetti ne abbiamo, ma non diciamo di più”.

    Mario De Luca, torna sulla vicenda del rogo al CRAL dell’ex Novaceta dimostrando la solita determinazione nell’andare avanti.

    L’incendio ha provocato la completa distruzione dell’impianto elettrico che il MPDL aveva realizzato a sue spese, ma De Luca e tutte le persone impegnate nel progetto “Ri-Parco” non desistono:  “E’ chiaro che diamo fastidio a qualcuno, ma andiamo avanti. Ci fa molto piacere la solidarietà espressa dall’Amministrazione, oltre che dalle altre forze politiche”. “Ora però – conclude De Luca – sarebbe bello vedere anche qualche atto concreto”. “Se infatti il progetto del parco pubblico è ormai un dato di fatto inserito tra le previsioni del nuovo Pgt perché non iniziare a realizzare l’allacciamento agli impianti così da rendere pienamente vivibile questo spazio? Noi, come al solito garantiamo di rimboccarci le maniche e di risistemare tutto ancora una volta. Noi non molliamo”. 

    (* servizio fotografico a cura di Roberto Garavaglia foto Sally)

     

    Fabrizio Valenti

    Articolo precedenteOggi, per vivere in questo mondo, lo psichiatra è sempre più necessario …Se ne parlerà nella serata del 25 maggio a Castelletto di Cuggiono
    Articolo successivoMagenta elezioni: il Pd con Jovanotti in ‘tenso’, giovedì la cena in Bullona