‘+Covid, posti letto negli ospedali giù al 28%: i numeri migliorano ovunque

    147

     

    Cala anche, e si attesta al 28%, la percentuale dei posti letto occupati da pazienti Covid nei reparti ospedalieri ordinari, restando quindi ben al di sotto della soglia di allerta individuata dal Ministero della Salute (che in questo caso e’ il 40%). Tale valore era pari 32% lo scorso 27 aprile.
       Questo, nel dettaglio, il tasso di occupazione delle terapie intensive e dei reparti ordinari di area medica non critica nelle varie Regioni e Province autonome: Abruzzo (16% intensive 24% reparti ordinari); Basilicata (9%, 36%); Calabria (25%
    44%); Campania (20%, 34%); Emilia Romagna (28%, 24%); Friuli Venezia Giulia (19%, 15%); Lazio (28%, 32%); Liguria (28%, 24%); Lombardia (37%, 30%); Marche (32%, 32%); Molise (23%, 13%); PA di Bolzano (7%, 10%); PA di Trento (21%, 13%); Piemonte (28% 33%); Puglia (33%, 41%); Sardegna (21%, 21%); Sicilia (18% 29%); Toscana (38%, 24%); Umbria (21%, 22%); Valle d’Aosta (30% 16%); Veneto (14%, 15%).
     “La situazione e’ sempre in costante miglioramento, i nostri numeri migliorano e quindi sono convinto che” per la Lombardia “verra’ confermata la zona gialla”. A dirlo e’ il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, a SkyTg24.
    Articolo precedenteCoca Cola lancia le bottiglie col 100% di plastica riciclata
    Articolo successivoAbbiategrasso, la comandante della PL Maria Malini nominata Cavaliere della Repubblica