Coronavirus, primo italiano contagiato. ‘Allungare quarantena alla Cecchignola’

    38

     

    ROMA – Dopo la conferma dell’infezione da nuovo coronavirus per un cittadino italiano rientrato da Wuhan “potrebbe essere necessario allungare al quarantena dei connazionali alla Cecchignola”. A dirlo all’Adnkronos Salute è il virologo dell’Università di Milano Fabrizio Pregliasco. Nella serata di ieri è arrivata dall’Istituto superiore di sanità la conferma della positività per il paziente, ricoverato già dal primo pomeriggio all’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma con modesto rialzo termico ed iperemia congiuntivale.

          L’uomo sarebbe stato ospitato alla Cecchignola in una stanza singola, “ma dal momento che ha iniziato a mostrare lievi sintomi solo ieri, potrebbe essere necessario prolungare il periodo di monitoraggio e controllo degli altri italiani rientrati da Wuahn. E’ bene ricordare che in Italia sono state prese misure molto stringenti, ma considerato l’andamento della malattia a livello internazionale mi aspetto comunque altri casi”.
    Articolo precedenteCorriere della Sera, il Cdr dichiara 3 giorni di sciopero
    Articolo successivoSan Giorgio su Legnano, Claudio Ruggeri nuovo vicesindaco