Coronavirus meno letale della Sars, per ora. Msc: ‘Nessun caso sulle nostre navi’

    134

     

    ROMA – L’epidemia di coronavirus partita da Whuan oggi ha superato il numero totale di casi dell’epidemia di Sars, ma al momento ha una mortalita’ piu’ bassa. Secondo statistiche pubblicate dal sito della Cnn, il nuovo virus per ora registra 8.254 casi accertati contro gli 8.098 della Sars fra il 2002 e il 2003.

    I casi di Sars letali furono 774 con un tasso di mortalita’ del 9,6%. Quelli del coronavirus sono stati 171, finora, con un tasso di mortalita’ del 2,07%.
    Non è stato registrato “nessun caso di coronavirus a bordo” delle navi di Msc Crociere. Ad assicurarlo è la compagnia di navigazione che, nonostante ciò, chiarisce di avere deciso di “implementare misure aggiuntive per garantire la salute e il benessere di tutti gli ospiti e l’equipaggio” a partire “da un questionario che gli ospiti di tutte le nazionalità sono tenuti a compilare prima dell’imbarco per garantire che nessuna persona che abbia viaggiato o visitato la Cina continentale negli ultimi 30 giorni salga a bordo di una nave della compagnia”.
    “A chiunque abbia viaggiato o visitato la Cina continentale negli ultimi 30 giorni verrà negato l’accesso alla nave” afferma Msc Crociere che tra le iniziative a tutela ha disposto anche che “tutti gli ospiti e l’intero equipaggio saranno sottoposti obbligatoriamente a scansioni termiche no touch prima dell’imbarco di ogni crociera gestita da Msc Crociere in qualsiasi parte del mondo”. Inoltre, Msc Crociere spiega che “a tutte le persone che presentano segnali o sintomi di malattia come febbre (≥38 C ° / 100,4 F °) brividi, tosse o difficoltà respiratorie sarà negato l’imbarco”.
    Da Msc Crociere, inoltre, “sono stati ulteriormente rafforzati i servizi igienico-sanitari su tutte le navi della flotta”. “Eventuali passeggeri che dovessero manifestare sintomi di febbre saranno isolati nella loro cabina e la stessa misura -prosegue la compagnia- sarà applicata coloro che soggiornano nella stessa cabina e ai membri della famiglia, così come qualsiasi membro dell’equipaggio che potrebbe essere entrato in contatto con passeggeri”.
    Articolo precedenteVirus cinese, due casi a Roma: sono turisti atterrati a Malpensa
    Articolo successivo“Mai più guerre, per non dimenticare”. La Band dei sindaci di Anci Gente in Comune in tour contro le guerre