Cornaredo, accordi per i 58 lavoratori della Colgar

    127

     

    CORNAREDO – “Si è conclusa con un accordo sofferto la lunga vertenza della Colgar International di Cornaredo. L’azienda aveva scelto di cessare completamente l’attività e licenziare tutti i dipendenti, con i lavoratori abbiamo fatto tutto il possibile per scongiurare la chiusura totale del sito”.

    Lo comunicano con una nota Roberta Turi e Giulio Morelli della Fiom Milano.

     

     

     

     

     

    “Il nostro obiettivo – spiegano – era quello di mantenere la produzione, quell’obiettivo non siamo riusciti a raggiungerlo. Per i 58 dipendenti rimasti, l’accordo prevede che 24 resteranno a Cornaredo per svolgere attività di service e deformazione lamiera, 10 saranno accompagnati alla pensione, i restanti hanno accettato l’incentivo all’esodo proposto dall’impresa.

    L’impegno è quello di garantire il proseguimento e lo sviluppo dell’attività. L’accordo che abbiamo scelto di firmare su mandato dei lavoratori è difensivo – concludono i sindacalisti – ora il nostro obiettivo è dare un futuro non solo a chi resta ma all’intero sito.

    La Regione Lombardia ha una nuova giunta, chiederemo un incontro al neo assessore al lavoro e misureremo la sua disponibilità a intervenire per mantenere attività e saperi sul territorio”.

    Articolo precedenteComunali: Bareggio e Cisliano al voto il 10 giugno
    Articolo successivo‘Robecco come Dawson Creek’: la ‘perla’ del Milanese Imbruttito