Corbetta/Mosaiko, buona la prima per Brain in villa Pagani

    34

     

    CORBETTA  Sabato 19 settembre, nel meraviglioso parco di Villa Pagani a Corbetta, Il Mosaiko Teatro ha messo in scena Brain, un percorso tra le arti e la neuroscienza, il primo evento della nuova rassegna di Teatri Aperti.

    “Brain – dichiara Francesca Magistroni, Presidente de Il Mosaiko –  rappresenta per noi un cambio di passo e una svolta decisa verso performance artistiche in grado di portare valore e crescita per chi le realizza, per il pubblico che le vive e per il nostro territorio”.

    L’evento  sviluppa il tema delle emozioni e delle modalità in cui vengono vissute dal nostro corpo e dal nostro cervello e si è svolto in due momenti distinti della giornata: dalle 15 alle 18 è stata la volta della conferenza, coadiuvata da specialisti psicoterapeuti del centro Il Mandorlo Bianco Francesca Rosa, Valentina Meggetto e Vittorio Negretti, che hanno sviluppato un’analisi delle emozioni in età evolutiva e il rapporto tra scienza e arte, mentre la sera le installazioni video e performance artistiche hanno fatto vivere le emozioni attraverso il teatro, la musica, la danza e lo shodo (calligrafia giapponese). Tutti gli eventi sono stati molto partecipati, con un totale di oltre 120 presenze che si sono alternate nella giornata.

    Attribuire l’espressione emotiva a strutture cerebrali conferisce ad essa la sua innata naturalezza. Le emozioni sono uno strumento adattivo che informa gli altri sul nostro stato d’animo. È stata dimostrata l’omogeneità delle espressioni di gioia, tristezza e rabbia in diverse culture. È uno dei nostri modi di comunicare e di provare empatia per il prossimo. “Il tentativo di ricerca è quello di vivere le emozioni nell’arte, spogliandole sempre più di corpo, espressioni e materia e ricondurle ad impulsi vivi, decodificati e memorizzati nel nostro cervello”, afferma Alessandro Stellacci, ideatore dell’evento insieme con Francesca Magistroni e relatore della conferenza pomeridiana. Visto il successo e la partecipazione, l’Associazione proporrà altri seminari e conferenze di approfondimento su benessere e crescita personale con l’utilizzo del linguaggio teatrale.

    Ecco gli artisti che si sono esibiti: il ballerino Peppe D’Andrizza, la cantautrice  Anna Vignozzi, la shodoka Martina Lunardi, gli attori Stefano Cirillo e Francesca Magistroni. Drammaturgia di Riccardo De Benedetti, consulenza artistica di Claudio Tettamanti e regia di Alessandro Stellacci. Un team ricchissimo per uno spettacolo multidisciplinare guidato da Mosaiko Teatro.

    All’interno della giornata è stata effettuata una raccolta fondi a favore della Fondazione Quattro Ospedali (Abbiategrasso, Cuggiono, Legnano, Magenta). Sono stati raccolti oltre 250 euro in contanti, oltre che donazioni direttamente fatte alla Fondazione, istituzione nata dalla volontà di promuovere  il benessere  di operatori,  pazienti e  familiari che  afferiscono alla comunità ospedaliera dell’ASST Ovest Milanese; una particolare attenzione è da sempre rivolta all’umanizzazione dei luoghi e dei percorsi di cura, sostenendo progettualità di integrazione tra le funzioni  istituzionali dell’ospedale ed attività complementari di accoglienza, supporto e formazione-informazione. Nello specifico, l’attuale donazione sarà destinata alla realizzazione di un progetto di sostegno e formazione ai familiari di anziani  affetti  da decadimento cognitivo seguiti presso il Centro Demenze dell’ASST Ovest Milanese; il progetto sarà curato dalla Struttura di Neurologia dell’Ospedale di Magenta e dall’Unita’ di Psicologia Clinica aziendale coordinata dai dottori Romorini e Stangalino.

     

    Articolo precedenteA Bollate tampone rapido (e libero) ‘drive trough’ per studenti e personale scolastico
    Articolo successivoSu Instagram spopolano i food influencer: 17.7 milioni di interazioni!