Corbetta, Luciano Gaggino ha raggiunto suo figlio Fabio in Cielo

    151

    Dal dolore lancinante per la perdita di suo figlio è nata la magia di Tutti per Fabio

    CORBETTA – Sei sempre stato “silenzioso”. E così silenziosamente te ne sei andato.
    L’unico conforto che posso trovare è che tu abbia sentito il nostro calore. Buon viaggio Luciano….

    A Luciano Gaggino la vita aveva riservato il più immane, atroce e incomprensibile dei dolori; sopravvivere a un figlio giovane, attivo, sorridente, dinamico, morto su un campo di calcetto nel 2010.

    Un dolore che Luciano, la moglie Rita e i tanti amici di Fabio hanno trasformato in un piccolo miracolo: nel nome di Fabio Gaggino è nata un’associazione che da anni, nel Magentino, lavora per sensibilizzare tutti sull’importanza della prevenzione nei casi di emergenza cardiocircolatoria.

     

    Luciano Gaggiano con la moglie Rita
    Il 19 Ottobre 2012 è stata infatti fondata l’associazione TUTTI PER FABIO ONLUS.

    “Abbiamo deciso di rendere “formale” e organizzata un’attività e un impegno verso un tema che purtroppo abbiamo iniziato a conoscere con la scomparsa di Fabio, il 1° marzo 2010, ma a cui oggi la cronaca locale, nazionale e sportiva dà sempre più spazio.

    Fabio cade a terra prima dell’inizio della partita di calcetto, apparentemente svenuto. Viene soccorso dagli amici che si rendono subito conto che non è un semplice svenimento. Allertano i soccorsi e il 118: sul posto arrivano (circa 10 minuti dopo) unBLS (ambulanza) e un ALS (automedica).
     
    Il medico e l’infermiera dell’ALS insieme ai soccorritori eseguono sul posto le manovre rianimatorie per 70 minuti… Decidono, poi, di trasportare Fabio in ospedale dove poco dopo non si potrà fare altro che constatarne  il decesso.
     
    L’ASSOCIAZIONE TUTTI PER FABIO è un’associazione di volontariato, senza scopo di lucro, che (dopo quanto successo) ha come obiettivo sensibilizzare sull’importanza della defibrillazione precoce e della cultura di primo soccorso cardiopolmonare come strumenti imprescindibili per combattere morti causate da arresto cardiaco improvviso.”
    Così scrissero i suoi amici. Ieri, domenica, la notizia della  morte di Luciano ha unito nel ricordo tutti quanti vivono nel ricordo di quel ragazzo giovane e sorridente. E il mistero della vita si intreccia a quello della morte. E così ci piace pensare a Luciano che ha ritrovato il suo Fabio, e ora lo abbraccia. Sorridendo.
    Qui in terra, invece, l’impegno proseguirà. Nel nome di Fabio. E di Luciano.
    Per info: http://tuttiperfabio.blogspot.it/
    Articolo precedenteAbbiategrasso, Officina del Territorio: appello ai sindaci sul progetto Anas
    Articolo successivoMagenta, Non di Solo Pane cresce e diventa ambulatorio di comunità ‘Elena Sachsel’