NewsPolitica

Corbetta calcio, Pd e sinistra: ‘Ballarini come Catilina’

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

CORBETTA   Come cittadini e come corbettesi speravamo, perlomeno in questi concitati mesi di campagna elettorale, di non dover più assistere alla logica ballariniana del “se non stai con me stai contro di me” che ha contraddistinto questi ultimi cinque anni. Purtroppo invece, non possiamo fare altro che constatare come negli ultimi giorni sia andato in scena l’ennesimo triste episodio che danneggia ulteriormente l’immagine della nostra città, in un’inesorabile corsa al costringere la comunità all’interno di una relazione istituzionale in cui vi è chi comanda e chi esegue.

Un gesto subdolo e scorretto con cui si è voluto approfittare di un momento di difficoltà dell’ASD Corbetta FC 1921 per mettere in atto una vera e propria vendetta utilizzando lo strumento del bando pubblico. Un cavallo di Troia attraverso il quale si è salvaguardato in forma legittima un
margine di discrezionalità capace di fare la differenza nell’aggiudicazione della gara.

Leggendo il suddetto bando infatti, non possiamo fare a meno di stupirci della scelta di attribuire ai criteri qualitativi (vale a dire quelli non definiti quantitativamente e quindi discrezionali) ben 70 punti su 100 complessivi.
Come se non bastasse a tutto questo si aggiungono anche le continue esternazioni social del sindaco, che presentando il vecchio Corbetta come la fonte di tutti i mali tenta maldestramente di nascondere l’enorme danno che ha provocato all’identità sportiva della nostra comunità.

Purtroppo il primo cittadino non ha capito (o forse non vuole capire) che dopo cento anni di onorato servizio per la comunità un’associazione diventa giocoforza parte nobile del tessuto sociale. Qualcosa da preservare e da aiutare nei momenti di difficoltà; non da affossare.
Quante analogie con quanto già successo nel corso degli ultimi cinque anni dell’attuale amministrazione. Ricordiamo ad esempio il bando della Cooperativa del Sole, l’assegnazione degli studi medici o l’assegnazione degli spazi dell’ex scuola di elementare di Cerello.

Alla luce di tutto questo, concedeteci di citare l’orazione in Senato del console Cicerone contro Lucio Sergio Catilina. Pur vivendo in un contesto storico diverso infatti, crediamo sia un testo chepossa essere di grande insegnamento al fine di prendere coscienza della deriva istituzionale che
stiamo sperimentando a Corbetta.

“Fino a che punto approfitterai della nostra pazienza? Per quanto tempo ancora la tua pazzia si farà beffe di noi? A che limiti si spingerà la tua temerarietà che ha rotto i freni?”. […]
Hai diviso l’Italia tra i tuoi; hai stabilito la destinazione di ciascuno; hai scelto chi lasciare al Governo e chi condurre con te. Le porte sono aperte. Vattene! Porta via anche tutti i tuoi. Purifica la città! […] Se mi accorgessi di essere, anche a torto, gravemente sospettato e disprezzato dai miei concittadini, preferirei sottrarmi alla loro vista piuttosto che essere oggetto di sguardi di disapprovazione.
[…]
CI sono anche alcuni, qui in Senato, che non percepiscono per ingenuità cosa stia per abbattersi su di noi o che fingono di non vedere quel che hanno sotto gli occhi; sono quei pochi che hanno alimentato con la condiscendenza le tue aspettative e rafforzato con l’incredulità il formarsi di una congiura! Allora dico se ne vadano i colpevoli! Si separino dagli onesti!”.

La nostra speranza rimane quella di riattivare le coscienze democratiche di tutti noi per un’alternativa di cambiamento seria e coerente, che riporti normalità sia nei rapporti interni alla comunità sia nel dialogo istituzionale e sovracomunale. Corbetta ritorni ad essere la comunità di tutti.

Partito Democratico
Sinistra per Corbetta
Lista civica Il Gabbiano 

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi