Corbetta, ancora cambi al vertice del comando di Polizia Locale

    142

     

    CORBETTA – Sono stati davvero parecchi, nel corso dei 2 anni di Amministrazione Ballarini, i cambi in seno al comando corbettese della Polizia Locale.

    Tra agenti che vanno e che vengono, dalle parti del palazzo comunale di certo non ci si annoia.

    Nei giorni scorsi sono stati assunti due provvedimenti importanti per quanto attiene il settore.

    Anzitutto il Dott. Valerio Tunesi è stato assunto presso il Comune di Corbetta in qualità di Istruttore Direttivo di Polizia Locale cat. giuridica D.1, essenziale per il corretto funzionamento del Settore Sicurezza e procedere all’individuazione della figura di un Vicecomandante che, in caso di assenza temporanea/impedimento del Comandante, possa espletare le funzioni ad essa spettanti.

    In virtù delle esperienze e delle competenze professionali acquisite, il predetto Ufficiale Dott. Valerio Tunesi è stato nominato quale Vicecomandante di Polizia Locale con decorrenza dal 1 Giugno 2018 al 30 Settembre 2018:  Tunesi coadiuverà il Comandante di Polizia Locale titolare e lo sostituisce in caso di assenza temporanea e/o impedimento, compiendo tutti gli atti riservati al Comandante e attenendosi alle direttive impartite dal Sindaco e dal Comandante stesso.

    Contestualmente, il sindaco Marco Ballarini ha rienuto di individuare la Dott.ssa Lia Gaia Vismara quale Responsabile del Settore Sicurezza, funzione che ricomprende la gestione del Servizio Polizia Locale, del Servizio Polizia Annonaria e Ambientale nonché responsabile di quanto attiene alla Protezione Civile. 

    A lei spetteranno: a)    la presidenza delle commissioni di gara e di concorso;

    b)   la responsabilità delle procedure di appalto e di concorso;

    c)    la stipulazione dei contratti;

    d)    gli atti di gestione finanziaria, ivi compresa l’assunzione di impegni di spesa;

    e)    gli atti di amministrazione e gestione del personale;

    f)     i provvedimenti di autorizzazione, concessione o analoghi, il cui rilascio presupponga accertamenti e valutazioni, anche di natura discrezionale, nel rispetto di criteri predeterminati dalla legge, dai regolamenti, da atti generali di indirizzo;

    g)    le attestazioni, certificazioni, comunicazioni, diffide, verbali, autenticazioni, legalizzazioni ed ogni altro costituente manifestazione di giudizio e di conoscenza;

    h)    gli atti attribuiti dallo Statuto, Regolamenti o, in base a questi delegati dal Sindaco.

    Avvicendamenti, fuoriuscite e subentri che hanno fatto parecchio discutere in città. A questo punto, tuttavia, il Comando di PL dovrebbe assumere una certa stabilità.

     

    Articolo precedenteStoria & dintorni: Magenta e il monumento al Bersagliere
    Articolo successivoBareggio, successo per la serata di FDI con Magdi Allam e il ‘Corano senza veli’