Corbetta/2 Giugno: Razzano e il Pd metropolitano (ancora) contro Ballarini

    79

     

     

    CORBETTA – I vertici metropolitani del Pd tornano ad attaccare il sindaco di Corbetta, Marco Ballarini, in relazione alla festa del 2 Giugno.

    Accade a Corbetta che il sindaco Marco Ballarini faccia consegnare dagli uffici comunali ai cittadini il modulo privacy per il trattamento dei dati personali. Non per i servizi pubblici, ma per la sua campagna elettorale.
    Lui dice che il Partito Democratico Corbetta dorme, perché si è accorto solo adesso di una prassi che dura da quattro anni.
    Non importa se questa #follia avviene da quattro anni o quattro minuti. Il sindaco la smetta immediatamente di fare il “bullo” delle istituzioni. Lui non è il padrone del Comune e il suo compito è servire i corbettesi, non raggirarli, è il post con cui il dirigente Dem Paolo Razzano torna sulla vicenda già sollevata nei giorni passati.
     “È dunque questo il modo in cui il nostro sindaco commemora la Festa della Repubblica e invita i nostri giovani a far parte della comunità corbettese?”, domanda Lorenzo Barbaglia, del Pd corbettese,  che accusa il sindaco di aver abusato dei poteri istituzionali già in passato.
       La vicenda non lascia indifferente nemmeno la segretaria metropolitana del PD di Milano Silvia Roggiani, che parla di arroganza e abusi ‘tipici della destra’ e chiede che il primo cittadino “ammetta di aver sbagliato e rinunci ai dati raccolti dalla documentazione spedita ai diciottenni”.
    Articolo precedenteMalpensa, ‘pescato’ dalla Finanza con 164mila euro in contanti
    Articolo successivoParte da Boffalora Ticino la campagna ‘Vacciniamoci’ sostenuta dal Rotary Magenta (VIDEO)