Coppa Bernocchi: a un mese dalla gara, uno sguardo su presente e futuro della grande classica

    52

    LEGNANO –  Il ciclismo è lo sport più vicino alle persone, attraversa le strade della quotidianità, parla anche di noi e ci proietta in un contesto globale. La Coppa Bernocchi è sicuramente uno degli appuntamenti classici del ciclismo, che ha saputo resistere al corso della storia, conquistando un pubblico sempre più ampio.

    100 anni di storia e 101 edizioni della Coppa Bernocchi hanno accompagnato la città di Legnano  in primis, e la Regione Lombardia nel corso del tempo, fortificando lo spirito sportivo e comunitario di chi l’ha sempre vissuta come qualcosa di più di una corsa in bicicletta” ha sottolineato il presidente rossonero Luca Roveda.

    A confermarlo sono anche i dati dell’edizione 100 del 2018 della Coppa Bernocchi, che vedono un incremento degli spettatori televisivi del 25% rispetto al 2017. Anche il mondo web si sta appassionando sempre più al ciclismo registrando un +50% in un solo anno, allargando a macchia d’olio le visualizzazioni e le condivisioni.

    Per quanto riguarda i numeri della Coppa Bernocchi 2019 possiamo dire che, oltre alla Nazionale italiana, parteciperanno 3 squadre Pro Tour, 14 Professional e 6 Continental, ecco alcuni dei nomi delle squadre e dei campioni che saranno presenti al via legnanese il prossimo 15 settembre:
    Bahrain Merida con Sonny Colbrelli (vincitore ultime due edizioni) e Vincenzo Nibali.
    UAE Team Emirates con Fabio Aru e Rui Costa (campione del mondo 2013).
    Astana Pro Team: Jakob Fuglsang, Dario Cataldo (vincitore della tappa del giro d’Italia 2019 che è transitata da Legnano). Graditissimo ritorno anche del CT azzurro Davide Cassani e della Nazionale Italiana.

    La gara coinvolgerà 25 comuni del nostro territorio e verrà trasmessa in 100 Paesi distribuiti in 5 Continenti.

    Articolo precedenteAnniversario del crollo del Ponte Morandi. Cosa dicono i geologi: “Criticità innanzi tutto idrogeologica”
    Articolo successivoMaltempo: la Lombardia chiede al Governo l’estensione dello stato di emergenza