NewsPolitica

Consiglio: stazione unica appaltante con la Provincia di Varese

Modificata la convenzione per il maxi appalto dei Led ad alta efficienza energetica

MAGENTA –  Il Consiglio comunale di Magenta dopo l’apertura con il sit in di pacifico di protesta delle Rose di Gertrude – di cui vi abbiamo dato conto nella diretta di ieri sera – è proseguito con l’Istituzione del Tavolo per la competitività della Città di Magenta. “Aria fritta” in buona sostanza secondo la minoranza. Con Paolo Razzano che è tornato sull’argomento anche via facebook aggiungendo: “Vogliono aprire tavoli e parlano di competitività per riportare appeal su Magenta, peccato che sul futuro dell’ex Saffa e dell’ex Novaceta non dicano una parola…”.Un autentico carrozzone” così ha bollato il tavolo la capogruppo di Progetto Magenta Silvia Minardi.  La seduta è seguita con l’esame dei punti 5/6/7 collegati tra loro.  Il primo riguardante la convenzione tra i Comuni di Magenta e Abbiategrasso per la reciproca collaborazione e mutuo sostegno nell’esercizio di funzioni amministrative con revoca della delibera n.23 del 22 giugno 2015.

A questo proposito, il sindaco Chiara Calati ha motivato quest’atto “come propedeutico rispetto al bando di gara in Project Financing per l’appalto per l’illuminazione pubblica a Led. Un progetto già avviato da mesi dalla passata Amministrazione ma poi incagliatosi a causa di una serie di integrazioni che andavano fatte.

“La realtà cruda – ha così incalzato il capogruppo del PD Enzo Salvaggioè che voi siete in forte ritardo su questa iniziativa, così tirate fuori la storia dell’adesione alla Stazione Unica Appaltante della Provincia di Varese (punto 7 all’Ordine del Giorno). Mi pare una contraddizione visto che con Abbiategrasso si era iniziato un percorso comune di collaborazione”.

La gara da 12 milioni di euro per il revamping dei vecchi impianti di illuminazione tradizionale di Magenta e Santo Stefano Ticino sarà così gestita da una nuova stazione unica appaltante. “Andiamo con Varese – ha precisato la scelta il primo cittadino – anche perché Santo Stefano Ticino è già partner di questa provincia (punto numero 6 all’Ordine del Giorno Modifica convenzione tra i Comuni di Magenta e Santo Stefano Ticino per la costituzione dell’Ufficio ‘Comuni efficienti e rinnovabili’ approvata con delibera di Consiglio comunale n.63 del 29 novembre 2016). 

A questo proposito, va detto, che l’assemblea ha osservato una ‘pausa tecnica‘ per rivedere la documentazione. Alla ripresa Salvaggio ha proposto d’inserire nella convenzione il riferimento alle prescrizioni di ANAC.  I tre punti all’ODG collegati (5/6/ e 7) alla fine sono stati approvati.

Alcune perplessità sollevate da Silvia Minardi: “Capisco che la provincia di Varese sia meglio organizzata e disponga di maggiori risorse ma vorrei capire come finirà a gestire puntualmente tutte queste gare…”.

F.V.

 

 

 

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi