Consiglio Comunale Magenta 1/: si parte con un attimo di suspense…

    64

    MAGENTA – Ultimo Consiglio comunale  ieri sera, prima della ‘pausa’ estiva. Si parte con un di suspense, complice l’arrivo in Aula trafelato del sindaco Chiara Calati, restano assenti nelle file del Pd Eleonora Preti, mentre Silvia Minardi di Progetto Magenta. Si comincia con la comunicazione del Presidente della massima assise cittadina Fabrizio Ispano; Giuseppe Cantoni è il nuovo capogruppo Forza Italia che fa un breve intervento come dichiarazione d’intenti e saluto ai colleghi. Quindi prima polemica. La presentazione del documento unico di programmazione per il triennio 2019/2021. “Quella di questa sera – avverte Ispano – è  solo la presa d’atto”. Arriva così l’intervento del capogruppo del PD Enzo Selvaggio: “Dispiace molto non sentire nemmeno una parola sul Dup (Documento Unico di Programmazione)”.

     

    Così anche Paolo Razzano dai banchi della minoranza interviene sull’ordine dei lavori: “Ma di che cosa stiamo parlando? Mai visto un consiglio comunale in cui si vota la presa d’atto di un documento. Ve ne assumerete la responsabilità”. Prende così la parola per dipanare la matassa il Segretario comunale Diana Naverio: “Attenzione questo è solo un passaggio formale che ci viene richiesto dal Testo unico.  Dunque, tutto nella norma”.  Via libera così alla presa d’atto della delibera con il centrosinistra che non partecipa al voto”.

    F.V.

    Articolo precedenteOmbrellini di Via Pretorio Alemani: “Il Comune dica chiaramente da che parte sta…”
    Articolo successivoMagenta, Consiglio 2. Questione “Fornaroli”. Razzano: “Serviva più coraggio non vorrei che…”