News

Consiglio 2/ sicurezza negli edifici scolastici e la palestra “che non finisce più….”. Sgarella in cattedra

Il forzista si è detto soddisfatto dalle risposte ricevute dall’Assessore Enzo Salvaggio

MAGENTA – Avvio del procedimento di riscatto degli impianti di illuminazione pubblica, la loro riqualificazione e l’avvio della convenzione tra Magenta e Santo Stefano Ticino con l’ufficio “Comuni efficienti e rinnovabili”. La seconda parte di seduta è stata introdotta dall’Assessore Enzo Salvaggio che ha spiegato la novità di questa iniziativa che punta alla riqualificazione di tutta l’illuminazione esterna della città con la tecnologia a led decisamente meno impattante anche in termini economici. Il provvedimento è stato approvato all’unanimità.

Sempre Salvaggio è intervenuto in relazione alle interpellanze presentate dalle minoranze (Felice Sgarella FI  e Patrizia Morani gruppo misto) in relazione alla presunta scarsa manutenzione nelle scuole e sui tempi di realizzazione della palestra alla scuola sud.

Sulla prima questione si è partiti dal fatto di cronaca di settembre, quando, alla Rodari di via Saffi, per fortuna senza danni alle persone, ha ceduto parte del controsoffitto. L’Assessore ha spiegato “che è stato fatto un lavoro molto approfondito con gli uffici. Abbiamo realizzato il contro soffitto. Per quanto riguarda gli altri edifici è stata fatta una panoramica complessiva e ad oggi tutte le strutture sia in città che nelle frazioni hanno piena agibilità”.

L’esponente della Giunta Invernizzi si è poi soffermato sulla Santa Caterina dove alla luce di un problema che si era presentato nel 2010,  l’allora Aenzomministrazione Del Gobbo aveva incaricato un ingegnere strutturista per un verifica statica complessiva degli edifici scolastici cittadini.

“Se possiamo sugli immobili scolastici investiamo sempre in manutenzione – ha concluso Salvaggio – tanto che d’accordo con il vice sindaco Paolo Razzano anche per quest’anno abbiamo tenuto da parte un ‘bonus’ da 25 mila euro da spendere all’occorrenza per emergenze dell’ultimo minuto”. 

Più complessa la questione riguardante i lavori alla palestra alla scuola sud che come da cronoprogramma, avrebbero dovuto essere terminati entro il marzo scorso.

“Adesso la nuova dataha detto Felice Sgarella (nella foto accanto a Roberto Stablum)è il 24 marzo 2017, speriamo sia la volta buona. Però, vorremmo capire le motivazioni di questo ritardo così pesante”. A riguardo, Salvaggio ha spiegato che la prima richiesta di proroga da parte dell’impresa aggiudicataria arrivò il 22 marzo di quest’anno. Alla base, problemi organizzativi e gestione con le
ditte subappaltatrici e i fornitori. “Questo slittamento dei tempi – ha assicurato Salvaggio –  non ha comportato un aggravio di spesa per il Comune (la palestra dovrebbe costare poco più di un milione di euro ndr).  La fine del cantiere è in programma per questo dicembre, mentre il suo utilizzo entro la primavera. Da parte della nostra Amministrazione – ha concluso Salvaggio – sono già scattate le penali”.

Fab Val

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi