‘Con tanto amore, Mario’ conclude la rassegna teatrale di Robecco

    84
    Appuntamento il 19 maggio all’Agorà di piazza XXI Luglio
    ROBECCO – Venerdì 19 maggio 2017 alle ore 21.00 si concluderà la Stagione Teatro e Musica da Camera 2017 del CineTeatroAgorà di Robecco sul Naviglio con una serata dedicata ad un’importante compagnia della scena indipendente italiana, laCompagnia Astorritintinelli, che affronta con poetica ironia il tema della solitudine umana al termine della vita lavorativa.
    In scena “Con tanto amore, Mario“, uno spettacolo ideato ed interpretato magistralmente da Paola Tintinelli, un frammento in bianco e nero, quasi fosse una pellicola di Charlie Chaplin e Buster Keaton, che riscopre quell’arte del mimo che i due celebri attori hanno portato ai massimi livelli. Con tanto amore, Mario, divertente e malinconico come una canzone di Enzo Jannacci, porta in scena la vita di un ex postino racchiusa in una stanza, diventata la sala d’aspetto per un destino banale e inevitabile, cui chiunque vorrebbe sottrarsi.
    In scena c’è un armadietto di ferro, un lampione e due diffusori sonori, come sulle spiagge adriatiche in estate, unico elemento in grado di influire sulla vita di Mario con le loro previsioni del tempo. E poi c’è Mario, nome comune per uomo comune, un fragile e poetico imballaggio della speranza di durare fino al giudizio universale, che ripercorre le tappe della sua esistenza: quello che gli è rimasto è l’amore per le piccole cose, che al mondo possono apparire ridicole, ma che sono capaci di contenere in sé un valore supremo.
    Per questo appuntamento, il consueto confronto post spettacolo tra il pubblico del CineTeatroAgorà e la compagnia, partirà dai temi di Con tanto amore, Mario per trattare il tema della solitudine, insieme a LULE Onlus e altre realtà de territorio. Per informazioni 349 4334229 oppure carlo_mainardi@hotmail.com, biglietti under 26 8,00 € e intero 10,00 €.
    Articolo precedenteMarcallo: una serata speciale per Salute Donna
    Articolo successivoMigranti ad Abbiategrasso e Magentino, De Corato: ‘Sala chieda prima le espulsioni dei clandestini’