Con Leonardo nasce il distretto turistico dell’est Ticino

    104

    MAGENTA – Potrebbe chiamarsi Distretto turistico ‘Terre dei Navigli’ o qualcosa di simile. Ma ciò che conta è che stata messa nero su bianco la collaborazione sul fronte della promozione turistica e del marketing territoriale dei Comuni dell’est Ticino con il Consorzio dei Comuni dei Navigli, capitanato dal presidente Lucio Ferrè nel ruolo di regia.

    Una sfida affascinante e al tempo stesso ambiziosa, di cui per la verità, abbiamo sentito parlare parecchio in questi anni. Ma stavolta gli interpreti di questo percorso condiviso sono convinti che l’idea di ‘mettere a sistema’ un territorio unico, sia sotto il profilo turistico e naturalistico, sia per le sue ricchezze storiche, artistiche ed enogastronomiche, è cosa fattibile.

    Lo hanno ribadito stamani in Casa Giacobbe nei loro interventi il Sindaco di Magenta Chiara Calati, l’assessore Alberto Bernacchi per il comune di Abbiategrasso, Ferrè del Consorzio Navigli, quindi, l’assessore Andrea Fragnito di Corbetta e il collega Luca Fusetti di Castano Primo.

    “Oggi – ha detto il Sindaco Calati – parte un cammino condiviso che ha come suo orizzonte prospettico la costruzione di un vero e proprio distretto. Il 500 esimo anniversario della morte di Leonardo ci fornisce l’occasione per iniziare a collaborare su alcune iniziative, ma la nostra volontà è di dar seguito a questo progetto”.

    Progetto che per il primo cittadino di Magenta è la ‘prova provata’ che il tavolo tecnico per l’attrattività e la competitività funziona eccome. “Altro che carrozzone – ha detto il Sindaco volendosi tirar via qualche sassolino dalla scarpa – questo è strumento operativo, perché è proprio qui dentro che è scaturita l’idea di questa collaborazione territoriale”.

    Sempre Calati ha annunciato la costituzione di una ‘cabina di regia’ insieme agli altri partecipanti alla conferenza odierna per dar seguito ai primi appuntamenti in agenda per il prossimo settembre.

    Partiremo l’8 Settembre – ha anticipato Calati – in tutti i Comuni rivieraschi, saranno collocati dei lumini lungo il Naviglio Grande. L’effetto scenografico sarà imponente, ma la volontà è anche quella di rappresentare un unicum a livello territoriale. Sarà un segnale forte e ben visibile”.

    Entusiasmo e passione sono state le parole più volte evocate nell’intervento dell’assessore Bernacchi.Questo è un grande momentoha osservato Ferrè che nella sua lunga storia anche di amministratore locale di Bernate Ticino più volte si è trovato ad affrontare questi argomenti  – come Consorzio dei Comuni dei Navigli, per la promozione turistica, ci mancava proprio il pezzo di Magenta. Adesso l’asta è completa. Il nostro territorio è un giacimento di tesori ambientali, culturali ed enogastronomici. Come Consorzio abbiamo sempre creduto nella fruizione turistica così come nell’intermodalità, i Navigli sono una grande attrazione e il passaggio successivo sarà quello di costruire insieme un brand che venga subito associato a queste terre”. 

    Per Andrea Fragnito il ‘fare rete’ rappresenta anche una grande opportunità per riequilibrare i rapporti rispetto a Milano: “Troppi volte infatti, ci vengono scaricati qui solo i loro problemi. Invece insieme possiamo far valere il peso e le potenzialità di questa zona sui tavoli istituzionali che contano”. 

    Della stessa idea il collega castanese Fusetti: “E’ la prima volta e non a caso, che viene istituita a Castano Primo una delega specifica sul turismo. E’ un segnale che vogliamo davvero mettere a sistema il nostro territorio”.

    Fabrizio Valenti

    Articolo precedenteBià, lavori in corso nel periodo estivo
    Articolo successivoLe iniziative leonardesche con “Turisti nel nostro territorio”