Colpo di ASM che ottiene l’iscrizione all’Autorità anticorruzione (ANAC)

360

Gli ottimi dati di bilancio sostengono l’ambizioso piano industriale dell’Azienda multiservizi.

MAGENTA – ASM, l’Azienda speciale multiservizi partecipata da 11 Comuni del Magentino (Magenta, Bernate, Boffalora, Corbetta, Cuggiono, Marcallo, Mesero, Ossona, Robecco sul Naviglio, Santo Stefano Ticino e Sedriano), ha ottenuto l’iscrizione al registro delle società in house dell’ANAC, l’Autorità nazionale anticorruzione.

La fase di istruttoria, che si è protratta per 4 anni, anche a causa della pandemia, si è finalmente conclusa con la comunicazione formale dell’iscrizione di ASM.
Ora i Comuni soci possono continuare ad affidare servizi in house, ovvero senza gara d’appalto, all’Azienda speciale multiservizi, in un’ottica di risparmio e di maggiore efficienza nell’esecuzione dei lavori.
L’iscrizione al registro ANAC conferma il percorso di consolidamento e sviluppo industriale di ASM, che affianca l’attenzione ai tradizionali servizi di igiene urbana, calore e global service a nuovi progetti nel campo dell’economia circolare (il più importante è l’operazione Neutalia, in partnership con soggetti importanti quali, CAP HOLDING, AMGA Legnano e AGESP Busto Arsizio) e delle energie rinnovabili.
Il percorso di crescita dell’Azienda speciale multiservizi ha una solida base nei conti e nella
struttura operativa.
Dal punto di vista finanziario, i due indicatori maggiormente significativi (fatturato e investimenti) sono molto positivi, sia dal punto di vista dei valori assoluti, sia da quello della tendenza.

CONTI IN ORDINE E CRESCITA COSTANTE:
Il fatturato di ASM è passato dai 2 milioni e 300 mila euro del 2013 ai 5 milioni del 2020, con il bilancio 2021, in fase di chiusura, che presenta un fatturato ancora più elevato pari a 5 milioni e 300mila euro.
Sul fronte degli investimenti, il valore è passato dai 135 mila euro del 2014 agli 866 mila euro del 2020, con il 2021 che vedrà gli investimenti superare il milione di euro, grazie all’avvio del servizio di igiene urbana a Sedriano.

UN’AZIENDA CHE CRESCE E CHE ASSUME:

Alla crescita dei valori di bilancio si affianca un altrettanto importante aumento del numero dei dipendenti di ASM: nel 2014 erano 10, ora siamo arrivati a 38 unità.
Il Consiglio di amministrazione, fra l’altro, ha appena dato il via libera alle procedure di assunzione di un nuovo contabile, di un ingegnere termotecnico e sono in fase di pubblicazione bandi per autisti con patente CQC e per un operaio del settore calore.

“L’iscrizione di ASM al registro dell’ANAC relativo alle società in house costituisce un risultato davvero ragguardevole e accredita ASM tra le realtà di eccellenza del settore – commenta l’amministratore delegato di ASM Andrea Zanardi – Costituiscono ancora una assoluta minoranza, nel nostro paese, le multiutility iscritte al registro dell’Anac anche nelle Regioni più avanzate del nord Italia e ASM, pur ancora piccola nelle dimensioni, si fregia oggi di un risultato che aziende ben più importanti dimensionalmente non hanno saputo conseguire”. “Questa iscrizione – prosegue l’amministratore delegato di ASM – è davvero importante perché ci consente di lavorare a un piano industriale molto più ambizioso. Per ASM vale lo slogan inventato anni fa per una nota auto utilitaria (‘se non ci fosse bisognerebbe inventarla’) – commenta Zanardi – Tra mille difficoltà, grazie anche al grande lavoro fatto a suo tempo dal dottor Giuseppe Viola, ASM è in crescita
continua da anni e anche il fatturato 2021 è in miglioramento rispetto all’anno precedente. Al di là di tutto, quello che più ci conforta è la fiducia della quasi totalità dei Comuni soci – chiosa l’amministratore delegato – ASM è una società in house e la sua possibilità di crescita è strettamente correlata alla volontà dei soci di affidare servizi, potendo la medesima svolgere attività diverse con il limite del 20% del fatturato”

Articolo precedente+Burioni: mascherine al chiuso? Scelta politica
Articolo successivoInveruno, l’avvocato Grittini difensore dell’arrestato per tentato omicidio: “Era ai domiciliari, ho chiesto al Sert il programma terapeutico, ma nessuno ha risposto”