Colorauto 2. Da 30 anni ne facciamo… di tutti i colori!

    187

    La storia del notissimo colorificio di Corbetta raccontata.. ‘dal di dentro’

     

    CORBETTA – Mi sembra di sentirli ancora quei profumi. Quello dello smalto appena travasato, quello dei solventi oppure quello delle setole dei pennelli, ancora inscatolati ,che venivano consegnati puntualmente ogni giovedì mattina. Dopo la scuola, spesso, passavo interi pomeriggi tra gli scaffali di quella che era ancora una piccola realtà agli inizi,giocando a fare il “finto rappresentante”. Non so bene il motivo, ma allora come oggi, ero molto affascinato da quello che è il mestiere del venditore. Li vedevo arrivare in negozio sempre ben vestiti e carichi di cataloghi e opuscoli accattivanti. In effetti le ragioni del fatto che io senta ancora questi profumi sono ovvie: a giugno compirò il decimo anno di lavoro, nell’azienda che mi ha permesso di diventare grande, di imparare il mestiere del commerciante, e di farmi sviluppare il cosiddetto “occhio clinico”, su aspetti e personaggi particolari che popolano oggi questo stravagante mondo.

     

    Colorauto 2, è per me un banco di prova eccezionale di ciò che vuol dire vivere ed imparare, e tutto questo lo devo a mio papà, “IL LUCA” Nel lontano 1985, con una valigia piena di passione ed entusiasmo, e tutto l’appoggio che una brava moglie può dare, mia mamma, decide di fare il grande passo: proseguire autonomamente il percorso lavorativo nel mondo del colore, che pochi anni prima aveva cominciato solo come dipendente presso un altro colorificio. Quando si inizia un’esperienza del genere è probabile che l’adrenalina, la tensione e le preoccupazioni non ti facciano avere la percezione delle ore che passano, a volte senza aver visto nemmeno un cliente entrare dalla porta a vetri che dava su Viale della Repubblica,n°7 a Corbetta. <>.Questa è la frase che mio papà ripete ormai da tanti anni e che per me è diventata molto importante, perché davvero mi fa capire cosa significa cominciare da zero ed arrivare ad essere ciò che ora siamo. Ovviamente all’inizio l’organico non era quello che ho avuto la fortuna di trovare io oggi, quindi durante le pause pranzo mio padre prendeva il suo furgone, comprato di terza o quarta mano, e andava a consegnare a domicilio i prodotti che i primi clienti fidelizzati gli ordinavano per telefono la mattina. Intanto il lavoro aumentava e, di conseguenza, anche l’entusiasmo, così da indurre i miei genitori a valutare l’assunzione di nuovi dipendenti e il trasferimento in una struttura più ampia in modo da poter aumentare lo spazio espositivo.Il passo, per fortuna, non fu più lungo della gamba, i risultati arrivarono, i clienti crebbero, e la gente poco a poco cominciava a vedere il nostro colorificio come un vero e proprio punto di riferimento nella zona. All’inizio del 2007 la svolta. La recente creazione della nuova zona industriale, adiacente alla via Novara, sembrava essere la scelta giusta per poter creare quello che da sempre era stato il sogno di Luca: un capannone di ben 1500 mq. Bisogna ammettere che in quel periodo mio papà non era più lo stesso. Il mix di emozioni che lo aveva travolto era forse più grande di quello si aspettava,le preoccupazioni e le ansie lo assalivano, e fino a quando non vide i risultati dalla sua parte, visse un periodo davvero complicato. La nostra realtà, ha da poco compiuto 31 anni. Da molto tempo ,ormai, siamo presenti in modo significativo in svariati settori industriali, come la verniciatura del ferro, la falegnameria, l’edilizia, la carrozzeria e l’allestimento fieristico, su tutto il territorio lombardo, offrendo prodotti di qualità associati ad un servizio serio e professionale.

    Nel nostro punto vendita, aperto dal lunedì mattina al sabato sera, potrete trovare tutto l’occorrente per risolvere qualsiasi problema di verniciatura, oltre a circa 500 mq dedicati solo ed esclusivamente al settore artistico e all’area corsi. Da due anni circa, mia mamma, ha cominciato una nuova avventura,&20 Event Designer, dedicandosi all’organizzazione di eventi, in particolare i matrimoni, studiando e realizzando partecipazioni, bomboniere, allestimento floreale, location e servizio fotografico. Un vero e proprio servizio di “wedding planner”. Ovviamente il percorso non è stato facile, ed il merito non può essere solo di chi è stato al timone di questa fantastica “imbarcazione”. Un sentito grazie va rivolto, fino a qui,ai nostri “marinai”, il nostro staff, che ormai da tanti anni collaborano con noi: Paolo, Alessio, Laura, Roberto e Daniele. Negli anni gioie e dolori sono stati all’ordine del giorno, conferendo sempre più sicurezza e maturità ad un gruppo che ormai lavora insieme da davvero tanto tempo. Grazie quindi a tutti coloro che in questi anni hanno deciso di sceglierci, a chi ha creduto nel nostro progetto sin dal primo momento e a chi invece è servito più tempo per avvicinarci. Infinitamente grazie invece, da parte mia, all’uomo che è stato in grado di rendere tutto questo possibile, mio papà, che con tanta pazienza e sacrificio è riuscito a farmi imparare un lavoro che oggi amo, ed a creare un gruppo davvero speciale che considero a tutti gli effetti la mia seconda famiglia.

    GRAZIE DI CUORE

    Moreno Guigli

    Articolo precedenteProgetto Magenta, domenica 5 aperitivo al ‘point’ di via Garibaldi 70
    Articolo successivoOmaggio a Leone di Lernia, disprezzato dai colti (di Camillo Langone, Il Foglio)