Città Metropolitana a rischio crack, Musella e Forza Italia: ‘Pronti a dimissioni in blocco’

    82

    Mancano 70 milioni euro per far quadrare il bilancio previsionale: se non arriveranno, gli azzurri pronti al gesto clamoroso

     

    MILANO – Venti di bufera sulla ex Provincia di Milano, oggi Città Metropolitana.

    Ente nato l’1 gennaio 2015 ma in realtà mai decollato. Oggi il sindaco metropolitano è Beppe Sala, che tuttavia può davvero poco a fronte di una situazione davvero compromessa sotto il profilo finanziario.

    Tanto che oggi,giovedì 29 giugno 2017, nella Sede della Città Metropolitana Milanese, in Vivaio, in Milano, si terrà la Conferenza Stampa, indetta da Graziano Musella, Capogruppo del Consiglio di Forza Italia della Città Metropolitana Milanese, mediante la quale verrà reso noto che, qualora, entro la data del 30 giugno 2017, non venisse promulgato il Decreto di Proroga dell’approvazione del bilancio dell’Ente, il Gruppo Consigliare di Forza Italia si dimetterà in blocco. Ciò potrebbe determinare lo scioglimento dell’intero Consiglio della Città Metropolitana.

    Un’ipotesi confermata dallo stesso Musella, sindaco di Assago, anche in un’intervista odierna al Giornale.

    Articolo precedenteA Castano e Legnano apre il Centro Donna della Cgil Ticino Olona
    Articolo successivoPronto Soccorso di Abbiategrasso, Mantovani: ‘Bene primo passo, ora la parola ai territori’