Cielo europeo. Di Emanuele Torreggiani

    195

    Summa stulticia, il cristianesimo. Il figlio di Dio, ch’è figlio padre e spirito, un uno in tre, come dire che io è qualcun altro, ma Dio ha figli?; muore e risorge, ma i morti finiscono là tutti sotto la collina e non ve n’è uno che ritorni… Eppure. Eppure di questa follia di cui si sono tessuti gli elogi sotto quel nuvoloso cielo di Rotterdam, non così estraneo a quello di Delft, non così distante da quello di Berberati, una regione del Centrafrica, dove ieri, o l’altro ieri, Ines Nieves Sancho, una ragazza di settantasette anni, è stata decapitata.

    Eppure… Niente di che, oltretutto una suora, suora da sorella, chi è? Una fica secca, e non desta dolore. Fregnacciate. Mica che fosse (congiuntivo dal Cecco Angiolieri del s’i’ fosse foco…), la suora, andata a pisciare sul sagrato di qualche chiesa per affermare il diritto di essere laico. Allora sì che il suo gesto, accucciarsi e mingere, avrebbe assunto un significato europeo prodromico di quel annunzio io sono laico e voglio un funerale laico, e allora avanti a cucire tendine amovibili, di quelle che vanno su e giù con il telecomando, se s’incantano a metà bisogna chiamare il tecnico, ohè! c’è da spostare la tendina, è a corrente europea… L’hanno portata via dai suoi bambini ai quali lei insegnava come tagliare e cucire, (qualcuno dovrà pur imbastirle, le tendine, lavoro assicurato per negri e gialli) trascinata di là, dietro il porcile e mozzatole il capo. Eppure, si iniziava, per quanto folle il cristianesimo è questa roba qui. Fiducia. Fiducia che quello là fosse il figlio di Dio, che sia risorto, fiducia che insegnando un lavoro, poi i bimbi da adulti sfangano la giornata, dalla miseria alla povertà, dalla povertà alla sufficienza… fiducia nella vita, la stulticia. La somma follia. Quella più grande, vivere. È accaduto, “attraversarono la fenicia, raccontando la conversione dei pagani”, da questa nota di San Paolo, T.S. Eliot ci ha scritto un sonetto; è accaduto, e per un lungo tempo ch’è, il tempo, sempre profondo. È accaduto. Il pragmatismo cristiano è questa roba qui. Una sola parola: fiducia. Non è una dottrina, ma un canone. E Dio, alias figlio padre e spirito santo, se ne infischia della politica. L’uomo è il suo eterno.

    Emanuele Torreggiani

    Articolo precedenteBusto Arsizio. ThinkTO al via: nomi d’eccellenza per riflettere su come “Far bene l’impresa”
    Articolo successivoElisoccorso a Vittuone per un uomo coinvolto in un infortunio