Ciclismo, Andrea Piccolo sempre sugli scudi: terzo posto all’Agostoni, oggi la coppa Bernocchi

205

 

LEGNANO Momento davvero di grazia per il corridore professionista Andrea Piccolo, da Pontevecchio di Magenta. Dopo aver centrato terzo posto e podio alla classsica del trittico lombardo (la Coppa Agostoni), oggi l’atleta dell’Ef Education-Easy Post corre la gloriosa coppa Bernocchi a Legnano.

Torna infatti oggil’appuntamento Legnanese annuale: anche nella sua 103esima edizione, la Coppa Bernocchi passerà da Legnano per portare emozioni uniche.

Tra gli atleti di rilievo che parteciperanno alla 103° edizione segnaliamo: ALBERTO BETTIOL (ITA – Giro delle Fiandre 2019), DAVID GAUDU (FRA – 4° all’ultimo Tour de France), BAUKE MOLLEMA (NL – Clasica San Sebastian 2016 – Giro di Lombardia 2019), MATTEO TRENTIN (ITA – Vincitore di almeno una tappa in tutti i grandi giri 1 al Giro – 3 al Tour – 4 alla Vuelta – Vincitore della Parigi Tour del 2015 e 2017 – Campione Europeo su strada nel 2018), ELIA VIVIANI (ITA – Campione Olimpico Pista 2016 – Campione Mondo Pista 2021 – 8 volte Campione Europeo su Pista – Campione Europeo su Strada 2019).

“La competizione sportiva della Coppa Bernocchi ha acquistato un carattere sempre più internazionale […] è quindi una grande soddisfazione leggere del successo riscosso dalla Coppa Bernocchi e dell’ottima organizzazione dell’evento”

Attilio Fontana – Presidente Regione Lombardia

Ritrovo previsto a Legnano, Piazza San Magno, dalle ore 9.30 e successivo trasferimento in Largo Tosi dove è prevista la partenza per allineamento del gruppo avvenuto poco fa, all ore 11. La bandiera a scacchi sventolerà in via XX Settembre a San Giorgio su Legnano dove è prevista la partenza ufficiale.

Il primo traguardo volante è a Parabiago, sono confermati i passaggi con traguardo volante a NervianoSan Vittore Olona e Cerro Maggiore. Si tornerà poi a Legnano per il passaggio su viale Toselli, direzione Busto Arsizio per raggiungere l’ultimo traguardo volante.

Immancabile il tradizionale passaggio in Valle Olona dove si affronteranno il Piccolo Stelvio, lunghezza complessiva di 1.685 metri e dislivello di 120 metri con pendenza media del 7,1% (14% nei punti più ripidi) e si aggiudicherà il GPM sulla parte più dura della rampa ribatezzata “Caramamma”. Dopo 7 giri in valle (per un totale di circa 17 Km) si tornerà a Legnano, dove la gara tributerà la città organizzatrice con uno  spettacolare passaggio per le vie del centro città prima di arrivare in viale Pietro Toselli con il Castello di Legnano a fare da sfondo all’arrivo dei Campioni.

In TV la Coppa Bernocchi 2022 andrà in diretta sia su Rai Sport, canale 58 del Digitale Terrestre, che su Eurosport 1, canale 210 di Sky, in entrambi i casi dalle ore 14.00. Prevista la diretta streaming anche su RaiPlay, Discovery+, NOW TV e DAZN.

Come detto sarà in gara anche ‘baby’ Piccolo, che sta vivendo una stagione agonistica davvero esaltante. Giovedì scorso, all’Agostoni, Andrea Piccolo ha corso la Coppa con la testa e con il cuore, ha lottato davanti alla corsa dimostrando ancora una volta di essere pronto per vedersela tra i grandi e di starci davvero bene. Tra i fuggitivi che si sono giocati la classica della Brianza c’erano autentici pezzi da novanta, da Nibali a Valverde, da Guillaume Martin a Rigoberto Uran, ma il ventunenne milanese è riuscito a lasciare la sua firma con un bellissimo terzo posto.

«Sono davvero felice del mio terzo posto che è veramente speciale, avevo già corso la Coppa Agostoni l’anno scorso, questa volta però c’era una leggera differenza nel tratto iniziale e poi abbiamo preso la pioggia, il meteo ha caratterizzato non poco la corsa – ha spiegato Andrea Piccolo a tuttobiciweb – è piovuto durante la fine del primo giro e per metà del secondo, molti corridori hanno patito molto, per fortuna Bettiol mi è venuto in aiuto con una mantella, mi ha salvato. A meno 200 metri c’è stato un rallentamento e proprio in quel momento sono rimasto indietro, non sono riuscito a fare un’ottima volata perché sono rimasto un po’ chiuso ed effettivamente non avevo le gambe per fare la differenza, ma sono comunque molto soddisfatto di come sia andata».

Da Magenta (e non solo) a partire dalle ore 14 tutti a tifare Andrea!

Articolo precedenteA Nerviano arriva MotivArte
Articolo successivo‘Parco alpino Alfonso Latino’: 100 anni di penne nere ad Abbiategrasso, nel modo migliore