Ciao Ire, sono già passati due anni: intanto qui… la Vita continua

306

 

“E la vita continua anche senza di noi” cantava Vasco in ‘Anima Fragile’ nell’ormai lontanissimo aprile dell’Ottanta….prendiamo spunto da questa canzone per ricordare il ‘Nostro’ Ireneo Irtelli, ‘Ire’, per tutti. Colonna portante di Ticino Notizie e tra i suoi fondatori nella sua fase adulta.

Domani saranno due anni esatti dalla sua dipartita anticipata. Per un attimo come sempre, ci fermiamo. Riavvolgiamo il nostra del Nostro archivio mentale e torniamo al venerdì precedente, quanto l’Ire ci fece visita in redazione per aggiornarci su contratti e conti: già perché lui era una presenza costante e continua.

 

Un autentico martello, calatosi benissimo a poco meno di 60 anni in questa nuova sfida che interpretava ogni giorno al meglio con entusiasmo e tanta, tanta passione.

Ci siamo salutati quel venerdì 31 luglio, di un anno oggettivamente molto pesante, com’era stato il primo anno della pandemia. (Inciso: chi l’avrebbe detto che i titoli sui giornali a due anni di distanza parlano ancora di Covid???) .

Ma c’era voglia di andare avanti, di reagire.

L’Ire era uno che reagiva sempre. Aveva reagito alle botte della vita, aveva reagito all’infartino occorsogli un anno prima.

Insomma, era più che mai sul pezzo. Poi quel filo con la vita è stato tranciato di netto. All’improvviso, una domenica mattina sul presto. Una di quelle domeniche di agosto in cui faceva un gran caldo. Anche se l’estate del 2020 a confronto con questa, climaticamente parlando sembrava primavera….

E’ inutile ribadire che anche per noi, per tutti i suoi amici, a cominciare dal Nostro Fulvio Meda, che ne ha subito preso l’eredità dentro a TN – almeno per la parte dei conti, perché Fulvio è l’uomo dei numeri per antonomasia – è stata una bella botta. Abbiamo barcollato ma non siamo andati al tappeto.

Ci siamo rimessi in carreggiata – e per chi crede come noi in un Dio superiore, anche se siamo dei peccatori impenitenti …- qualcuno ha guardato giù sul serio.

Molte realtà anche in ambito editoriale in questi due anni di Covid hanno abbassato la claire.

Noi – crediamo anche con l’aiuto di Ireneo – siamo andati avanti. Perché la vita è questa. Andare avanti o… morire.

La Vita continua per TN  e l’Ire sarà certamente orgoglioso delle novità, anche in ambito commerciale, di quella che considerava giustamente anche la ‘sua’ creatura, sono state poco alla volta introdotte. Ma la vita caro Ire, continua anche su altri fronti. La tua ‘Flo’ da poco ti ha reso nonno. 

Due bei nipotini, arrivati in questa estate torrida, e che tu certamente ti godrai anche se a distanza. Non temere, la ‘Flo’ ma anche l’aiuto dello ‘zio’ Fulvio penseranno loro a raccontare di te e di quello che hai rappresentato per molti. 

Andremo tutti avanti senza scordarci di un amico che ha lasciato una traccia indelebile nella storia di questo giornale e non solo. 

F.V.

 

 

 

Pierfrancesco ed Emma Vittoria nati lo scorso 16 giugno e sotto la figlia Floriana, amica di Ticino Notizie, ormai pochi giorni prima del fine gravidanza

“La cosa più semplice
Ancora più facile
Sarebbe quella di non essere mai nato
Invece la vita
Arriva impetuosa
Ed è un miracolo che ogni giorno si rinnova” (cit. Vasco Rossi Manifesto Futurista 2010)

Articolo precedenteIl calcio grazie alle donne è tornato a casa. Di Massimo Moletti
Articolo successivoDue ruote: è boom dell’elettrico. La nota di ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori)