Economia/LavoroNews

Chi voleva o vuole aprire una sala slot a Magenta è semplicemente un povero coglione

 

 

MAGENTA – Facciamo una (doverosa e necessaria) premessa.

Nel 2017 in Lombardia sono stati sborsati 14,6 miliardi di euro per il gioco d’azzardo, di cui il 71% per slot e video lottery.

Complessivamente in Lombardia si trovano 61.775 apparecchi Slot e VLT, concentrati soprattutto nella Città metropolitana di Milano (16.987), seguita dalle province di Brescia (9.446), Bergamo (7.471), Varese (5.658) e da Monza e Brianza (4.109).

Sono 2670 le persone assistite nel 2018 dai consultori di Regione Lombardia per problemi di ludopatia. Un problema aumentato del 41% negli ultimi 4 anni.

Ora, a fronte di questi numeri (potremmo continuare sciorinandone molti altri), ci pare che la notizia riportata stamani con la consueta solerzia e precisione dal nostro Graziano Masperi (drammatica e allucinante, come le centinaia di altre dimostri una cosa sola: chiunque abbia pensato, stia pensando o penserà ad aprire una sala slot a Magenta è un povero coglione. E noi sosterremo con tutta la forza che abbiamo (ed è tanta, statene certi) chi come la Lega Nord, il vicesindaco Simone Gelli e chiunque altro terrà ferma, anzi fermissima, la barra. 

Opponendosi in ogni luogo,e con ogni modo, alla sola idea che Magenta possa ospitare altre slot, oltre a quelle già esistenti. Chiari, concisi, diretti. Ci sembra che nessuno possa equivocare. E a buon intenditor..

Fabrizio Provera

 

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi