Cerro Maggiore e Parabiago. Cecchetti e Boniardi (Lega): “Assurdo chiudere banche nelle frazioni, rischio isolamento”

    98

    ALTO MILANESE – “Abbiamo presentato un’interrogazione al Ministro Tria sulle filiali Banca Intesa San Paolo di Villastanza, Villapia e Cantalupo a rischio chiusura“.

    Lo rendono noto i deputati Fabrizio Cecchetti, commissario della Lega a Milano e vicecapogruppo vicario alla Camera e Fabio Boniardi.

    Foto Sally Roberto Garavaglia

    Nello specifico – spiegano gli esponenti leghisti – abbiamo chiesto al Mef di assumere tutte le iniziative del caso prima che sia troppo tardi e, al tempo stesso, di intervenire su Poste Italiane affinché si renda possibile almeno la creazione del servizio “banco Posta” e di  sportelli Bancomat negli uffici esistenti sul territorio. Pensiamo ai soggetti più deboli, magari privi di automezzi, che sarebbero costretti a percorrere chilometri per arrivare al centro per un semplice prelievo. Capiamo che la tecnologia fornisca soluzioni alternative e che al giorno d’oggi tante operazioni si possono eseguire da casa con un computer connesso a Internet o anche con un palmare, ma bisogna anche essere realisti: se una persona anziana deve comprare il pane e non ha contanti cosa fa? Ci auguriamo, dunque, che il buonsenso prevalga e che si trovi una soluzione ragionevole rispetto alla prospettiva di un isolamento da questo servizio finanziario ormai basilare per la vita quotidiana“.

    Articolo precedenteI Nice Question live domani sera a “Balla coi luppoli” di Cuggiono
    Articolo successivoParabiago ciclabile sul Villoresi: il Sindaco chiede interventi a Città Metropolitana