Cerro Maggiore dichiara ‘guerra’ allo smog

    291

     

    CERRO MAGGIORE – La parola d’ordine è chiara: investire sempre più sulla lotta all’inquinamento e, quindi, sul controllo capillare dei veicoli che rischiano di favorirlo. Con questa filosofia il comune di Cerro Maggiore ha bussato alla porta della Regione presentando il nuovo progetto per ottenere dei contributi proprio con lo scopo antinquinamento. “Nel concreto – spiega il sindaco Giuseppina Berra – abbiamo richiesto due targasystem mobili nuovi, che andranno ad aggiungersi ai dodici varchi che stiamo sbloccando. Un piano che garantirà , secondo quanto programmato, un controllo maggiore del territorio rispetto alla circolazione di veicoli senza assicurazione, bollo auto e soprattutto per i veicoli più inquinanti”.  Le tecnologie di cui il comune intende avvalersi, aggiunge il primus inter pares del municipio di via San Carlo, “potranno essere utilizzate dalle forze dell’ordine in caso di azioni contro la criminalità o in caso di indagini”. Tutto per irrobustire il sostegno alle forze dell’ordine e alla Polizia Locale.
    “Abbiamo già acquistato – prosegue Berra – un veicolo ecologico con fondi regionali e qualche settimana fa abbiamo fatto una nuova richiesta di fondi per un ulteriore finanziamento regionale per rinnovare il parco automezzi sempre nell’ottica green, ora vogliamo migliorare gli strumenti di lavoro”.  Il comune rende poi noto di stare predisponendo sempre in quest’ottica altri progetti di ampio respiro. “Tutto questo – spiega ancora Berra – si aggiunge al costante e sempre maggiore impegno sul territorio, il numero di ore di presenza attiva è sempre più elevato, con l’aggiunta di servizi straordinari che migliorano l’azione di supporto”.   E, in conclusione, il sindaco cerrese ringrazia gli agenti che “sono stati fondamentali nella gestione della pandemia”.
    Cristiano Comelli
    Articolo precedenteVilla Cortese in festa per don Alberto e don Peppino
    Articolo successivo‘+Covid, i dati di ieri: altri 126 ricoverati in meno