Centenario di Santa Gianna/5. Venerdì sera Lucilla Giagnoni in scena al Nuovo di Magenta

190

“La Santa innamorata” venerdì 7 ottobre al Nuovo di Magenta in occasione del Centenario della santa magentina. Con Lucilla Giagnoni. Ingresso libero sino ad esaurimento posti.

MAGENTA  – La santa innamorata è uno dei titoli attribuiti a santa Gianna Beretta Molla, di cui quest’anno ricorre il centenario della nascita.

 

Santa, indubbiamente e oggettivamente, perché Gianna è stata canonizzata nel 2004.
Innamorata, perché questa è una delle dimensioni fondamentali della sua esistenza. Innamorata di Pietro, prima fidanzato e poi marito, dei suoi figli, della sua professione di medico, innamorata di Cristo; innamorata della vita in tutti i suoi aspetti, anche se poi alla sua vita ha saputo rinunciare perché la vita della figlia – che ancora doveva nascere – veniva prima.
“La santa innamorata” è il titolo di un reading teatrale, un testo inedito composto appositamente per la ricorrenza del centenario e affidato all’interpretazione di Lucilla Giagnoni, una straordinaria attrice che col suo talento e la sua arte racconterà la vita di Gianna e la sua santità.

Una vita assolutamente normale, dall’infanzia in una famiglia pienamente cristiana al suo fidanzamento e al suo matrimonio, dalla giovinezza nell’Azione Cattolica degli anni ’50 alla scelta di studiare medicina e di vivere poi la professione di medico, dall’essere mamma alla scelta radicale che porterà lei alla morte e la sua bambina alla vita.
E la sua santità; quella di una donna che ha vissuto nelle condizioni e nelle situazioni che noi viviamo oggi e a cui ciascuno di noi può rivolgersi, sapendo di avere in Cielo un’altra mamma, nonna, amica a cui poter consegnare desideri e fatiche, perché lei ci raccomandi a Dio.
Il testo, interpretato da una delle figure più amate ed stimate del teatro in Italia, Lucilla Giagnoni.

 

 

 

Drammaturga, studiosa, interprete, di molti testi fondanti della cultura e della religiosità italiane, Lucilla è una artista capace di rendere carne viva parole scolpite sulle pietre del tempo. I suoi spettacoli sono una esperienza non soltanto culturale ma emotiva, spirituale, che portano al cuore delle parole, nel cuore della “parola”.

Ad accompagnare sul palco Lucilla ed il testo, le musiche originali di Paolo Pizzimenti.

Ingresso libero sino ad esaurimento posti. L’evento è patrocinato dall’ArciDiocesi di Milano e dal Comune di Magenta.

Info sul sito di CinemaTeatroNuovo Magenta : www.teatronuovo.com
via San Martino 19, Magenta
tel 0297291337

 

 

 

Articolo precedenteMarcallo con Casone: 700 multe al semaforo di via Varese, proteste dagli automobilisti. Per la Polizia locale è tutto in regola
Articolo successivoMagenta, il pittore Mario Ferrario a 90 anni non si ferma: “Con le mie opere scopro l’animo umano” (VIDEO)