Cecchetti: “Ius scholae non è risposta che famiglie e imprese si attendono oggi dalla politica”

116

 Il prezzo dei carburanti ai distributori supera i due euro, il costo delle bollette energetiche per famiglie e imprese resta insostenibile, l’agricoltura del nord Italia è in ginocchio per la siccità e la sinistra cosa fa?

 

Blocca il Parlamento e mette in difficoltà il Governo imponendo lo Ius scholae come panacea di tutti i mali della nostra società. Famiglie e imprese hanno bisogno di aiuti concreti per non dissanguarsi non di una riforma che non cambia nulla e semplicemente svende la nostra cittadinanza italiana trasformandola in una sorta di tessera giovanile del PD.” Lo dichiara l’on. Fabrizio Cecchetti, vice capogruppo della Lega alla Camera dei Deputati e coordinatore della Lega Lombarda per Salvini Premier.

Articolo precedente+Fontana e la siccità: ‘In Lombardia acqua per uso agricolo (dal Trentino) fino all’8 luglio’
Articolo successivoMorimondo Festum 2022: 8,9 e10 luglio, birra (e non solo) nel borgo