Cecchetti contro Beppe Sala: “La decisione di bloccare l’ingresso degli ‘Euro 5’ sarà il colpo di grazia per migliaia di artigiani, commercianti e piccoli imprenditori”

227

MILANO – “La notizia sta passando sotto uno strano silenzio, anche mediatico, ma è confermato che dal primo ottobre a Milano sarà vietato l’ingresso ai veicoli Diesel euro 5. Lo ha confermato nuovamente il sindaco Giuseppe Sala, che forse nemmeno si rende conto del danno economico che genera questa sua decisione frettolosa: sarà una sorta di ‘colpo di grazia’ per decine di migliaia di artigiani, commercianti e imprenditori che non potranno più entrare in città, pur avendo un mezzo di trasporto recente e a norma in tutte le altre città. Sara un boomerang terribile per la nostra economica locale, non solo per la cintura milanese, ma per tutto il territorio delle province limitrofe.

Non solo, anche qui la notizia passa sotto silenzio, ma la giunta Sala ha pronto contestualmente l’aumento del biglietto ATM, da 2 a 2,2 euro, per l’autunno, ma lo ne ha congelato fino a dopo il voto. No agli euro 5 e aumenti dei biglietti per trasporto pubblico locale. Dunque per Sala in città come ci si dovrebbe muovere? Solo con i loro amatissimi monopattini? In un periodo di grave crisi energetica obbligare chi lavora a rottamare il proprio mezzo euro 5 è una follia e una dichiarazione di ostilità verso chi ogni giorno solleva la saracinesca e fa girare la catena della nostra economia locale.” 

Lo dichiara l’on. Fabrizio Cecchetti, vice capogruppo della Lega alla Camera dei Deputati e coordinatore regionale lombardo della Lega Salvini Premier.


Articolo precedenteTeam Insubria Sport Yamaha nel fine settimana di nuovo in pista a Malpensa
Articolo successivoUn week end all’insegna di sport e solidarietà all’Idroscalo, il mare di Milano