Cavalcavia Novara/2, lunedì prossimo Commissione speciale

263

 

NOVARA – Sara’ la prima occasione per una discussione in sede ufficiale sul crollo di una parte del cavalcavia XXV aprile a Novara, avvenuto ieri: e’ stata convocata per lunedi’ prossimo nel pomeriggio una seduta straordinaria della terza commissione permanente del Consiglio Comunale, che si occupa di lavori pubblici, con all’ordine del giorno l’aggiornamento sulla situazione del viadotto interessato dal crollo.

La convocazione era stata chiesta ieri dalle opposizioni, Partito Democratico e Movimento 5 Stelle. Il Pd ha chiesto anche le dimissioni dell’assessore ai lavori pubblici Rocco Zoccali. Intanto va avanti il lavoro della Procura della Repubblica, che ha confermato l’apertura di un fascicolo. Per il momento, secondo quanto si e’ appreso, sono stati acquisiti solo i verbali dei Vigili del fuoco e della Polizia Locale intervenuti ieri sul posto. Successivamente, con ogni probabilita’, sara’ raccolta tutta la documentazione sulle condizioni del ponte negli archivi comunali.

A fare il punto della situazione è il sindaco, Alessandro Canelli: “Siamo i primi a voler capire cosa sia successo e quali siano le cause alla base del cedimento della spalletta del rampa d’accesso al cavalcaferrovia”. “Questo fatto, grave, è successo nonostante siano state fatte indagini e lavori di consolidamento della struttura nel 2015 – aggiunge il primo cittadino – nonostante sia stato fatto un monitoraggio di ponti e cavalcavia nel 2019 e nonostante siano stati recentemente fatti lavori di asfaltatura proprio su quel cavalcavia alla base dei quali vi è stato un progetto tecnico che prevede sopralluoghi sul posto. Quindi vogliamo capire i motivi nel più breve tempo possibile anche per poter intervenire quanto prima al ripristino della viabilità in sicurezza, poiché la chiusura del ponte determina enormi disagi alla circolazione stradale cittadina”.

Articolo precedenteCavalcavia Novara/1, ipotesi cedimento del terreno
Articolo successivoCosti per l’energia, bollette, energie rinnovabili. TN incontra il direttore generale di ASM Aldo Amadori (VIDEO)