Castano Primo: passa con il rosso, patente ritirata e macchina confiscata

142

CASTANO PRIMO – E’ quanto accaduto nei giorni scorsi a Castano Primo, quando gli Agenti del Comando di piazza Mazzini diretti dal Comandante Massimo Masetti, nell’elaborare ed analizzare i fotogrammi dell’apparecchiatura elettronica di controllo del semaforo rosso posta in prossimità dell’impianto semaforico di via Gallarate hanno estratto le immagini di un veicolo che inottemperante della luce rossa già accesa, transitava ugualmente sull’intersezione violando così il Codice della Strada e le norme di sicurezza. Nel rispetto della normativa vigenti veniva verificato d’ufficio altresì che il mezzo fosse revisionato ed assicurato, ma proprio quest’ultima risultava mancante.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli agenti insospettiti approfondivano le ricerche e scoprivano attraverso altresì che il mezzo risultava anche con carta di circolazione ritirata proprio per una recidiva mancata copertura assicurativa.
A quel punto gli agenti dell’Ufficio di PG della Polizia locale Castanese, assegnato al Vice Comandante Paolo Gaia rintracciavano la conducente e proprietaria dell’autoveicolo nei confronti della quale scattava il ritiro della patente di guida, il sequestro del mezzo ai fini della confisca di cui all’art. 213 c.4 del CDS e la relativa sanzione di 2000,06 euro, altresì veniva elevata una sanzione ai sensi dell’art. 146 c.3 di 163,00 euro per essere passata con il segnale rosso.

Articolo precedenteAbbiateinbici: “La bicicletta fa correre l’economia…”
Articolo successivoLa Battaglia di Magenta tra storia e leggende